Io mi svezzo da solo!

Dialoghi sullo svezzamento

Io mi svezzo da solo!  Lucio Piermarini   Bonomi Editore




LIBRO CARTACEO
 
  • 14,90
  • Affrettati! Solo 2 disponibili in pronta consegna
  • ANNO STAMPA: Gennaio 2010
  • EAN: 9788886631488
EBOOK
  Formato: epub
 
  • 11,99
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione
  • Articolo non soggetto a sconti
  • FORMATI DISPONIBILI: EPUB: 1.2MB
  • EAN: 9788886631549
torna suDescrizione

Ecco un libro diverso. Un libro di pediatria, e/o di scienza dell'alimentazione, scritto sia per altri pediatri, sia per i genitori, centrato su un momento cruciale della vita del bambino, il passaggio dall'alimentazione al seno all'alimentazione “libera”.

Un libro che contiene un messaggio antico e insieme nuovo, e che utilizza un linguaggio che non è necessariamente facile, ma che è certamente molto lontano dal linguaggio tecnico e un po' frigido dell'informazione medica, come dal linguaggio raddolcito e un po' saccente della divulgazione.

Questo messaggio è in fondo molto semplice: lasciate fare, le cose si aggiustano da sole.

Lasciate fare, non imponete, e quasi quasi non proponete la pappa al vostro bambino: il bambino sceglierà bene, basta che lo lasciate scegliere. Il bambino ha già introiettato i gusti della cucina locale (assaggiati attraverso il liquido amniotico in cui è immerso durante la gravidanza, e attraverso il latte materno, nel quale sono stati filtrati i profumi della cucina di casa); il bambino ha già, nella sua testina, un interruttore per l'appetito, che non solo regola la quantità delle calorie necessarie, il momento di assumerle e la loro quantità globale ma anche la scelta dei singoli nutrienti, tante proteine, tanto zucchero, tanto condimento; ma anche tanto di quel dato amminoacido, tanto di quell'altro, tanto di quel tipo di acidi grassi, tanta farina, tanto zucchero dolce. Importante è non guastarlo, quell'interruttore, non forzare quella naturale capacità di scelta, non corromperla.

Dunque, intervenire il meno possibile, lasciare che il piccolo scelga, tra quello che trova in tavola, tra quello che mangiate voi. Ma anche tra quello che inevitabilmente gli proporrete, e che gli dovrete proporre senza insistenza e senza prevenzioni, badando prima di tutto che “gli piaccia” e poi che non ne assuma più di quello che, con naturalezza, mostrerà di gradire.

Semplice? No. Non semplice né facile, per il buon motivo che neanche noi, noi medici e noi genitori, siamo semplici. Siamo condizionati dalle cose che sappiamo, dalle cose che ci sono state e che ci vengono dette, da alcune regole (scritte sui libri) che sono anche giuste, ma alle quali meglio di noi sa adattarsi lo stesso bambino.

Non semplice né facile, anche perché, in questo bambino, non abbiamo abbastanza fiducia, e ne abbiamo di più nel libro (che però noi “grandi” non seguiamo quando andiamo a tavola); quel libro dove il sapere è messo giù in numeri, duri, anelastici, inadatti ai “momenti” (della vita, della giornata, dei ritmi, delle persone), senza profumo, senza condivisione, senza affetti, senza empatia. Eh già: i numeri sono solo dei numeri. Ma anche noi siamo rigidi, siamo preoccupati, siamo spesso limitati e anelastici, siamo fastidiosi, siamo invadenti.

Bene. Se è così, il messaggio di questo libro va oltre il suo contenuto specifico, oltre la nutrizione, oltre lo svezzamento. E' un messaggio educativo, sia per il medico, sia per i genitori: un messaggio di misura, di non intromissione, di rispetto, di naturalezza, di fiducia.

Ma è contemporaneamente un messaggio scientifico, un messaggio serio e anche un messaggio concreto, facilmente realizzabile nel quotidiano. Il suo autore è un pediatra che per molti anni è stato sulle barricate, allora non facili, della educazione medica continua, che ha saputo organizzare, nella sua Regione, prima che questa educazione medica continua si chiamasse così; una persona “affamata di sapere” e della diffusione del sapere; strettamente legata al rigore della scienza; che ha saputo trasmettere con pazienza, amore e fiducia ai genitori dei suoi pazienti, in molti anni di pediatria gestita sul campo; e che certamente non se ne è distaccato scrivendo questo libro.

Dunque, quello che ora dice è passato attraverso a quello che ha fatto negli anni, esercitando il “mestiere”: sapere, ma anche saper fare, e anche saper insegnare a fare. Buona lettura; e auguri di buon cambiamento.

Franco Panizon - professore emerito di Pediatria - Dipartimento di Scienze della - Riproduzione e dello Sviluppo


Io mi svezzo da solo!  Lucio Piermarini   Bonomi Editore
 
Io mi svezzo da solo!
Dialoghi sullo svezzamento

Lucio Piermarini



torna suIndice

- Candida e Tranquillo
- Il perché di un perché
- Il paradiso perduto
- Quando
- La ricetta
- Cosa
- Il caso e la necessità
- Svezzamento a richiesta
- Baby e il boia
- La relazione
- Consigli per gli acquisti
- Viva l’ignoranza
- Per qualche grammo in più
- I mesi passano...
- La notte prima degli esami


Io mi svezzo da solo!  Lucio Piermarini   Bonomi Editore
 
Io mi svezzo da solo!
Dialoghi sullo svezzamento

Lucio Piermarini






CATEGORIE LIBRI


I clienti che hanno scelto questo prodotto hanno acquistato anche...