Migliora la Vista del tuo Bambino in Modo Naturale con il Metodo Bates

Con esercizi pratici

 
Migliora la Vista del tuo Bambino in Modo Naturale con il Metodo Bates  Giorgio Ferrario   Macro Edizioni
  • 13,50
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione



torna suDescrizione

Perché il mio bambino è diventato miope?

Come posso aiutarlo a superare i suoi difetti visivi?

Quale ruolo assumono gli insegnanti e le scuole nell'educazione visiva dei più piccoli?

Gli occhiali da vista sono davvero l'unica soluzione?

Queste sono alcune delle domande che spesso genitori e insegnanti si pongono. Le risposte sono all'interno di questo manuale, dedicato appositamente a genitori, educatori e insegnanti.

Dall'esperienza pluriennale dell'autore un'opera chiara e completa che presenta le basi di un approccio naturale al miglioramento visivo.

Giorgio Ferrario illustra a genitori, insegnanti e formatori visivi come gestire le problematiche di varia natura dei bambini attraverso il metodo Bates.

Leggendo queste pagine puoi:
- capire come si sviluppa il sistema visivo;
- sapere quali sono i difetti della vista e le malattie oculari dell’infanzia;
- riuscire a interpretare le difficoltà dei bambini;
- conoscere le peculiarità che hanno i bimbi con problemi agli occhi;
- individuare le loro abitudini visive scorrette;
- comprendere gli errori fatti;
- far adottare le azioni corrette per un migliorare la vista.


INDICE DEL LIBRO
Introduzione
Capitolo 1 LO SVILUPPO DELLA VISTA
Capitolo 2 LE DIFFICOLTÀ VISIVE
Capitolo 3 BIMBI CON DIFFICOLTÀ VISIVE
Capitolo 4 INTERPRETARE LE DIFFICOLTÀ
Capitolo 5 COME IMPARANO I BIMBI
Capitolo 6 POSSIBILI ERRORI
Capitolo 7 RESPONSABILITÀ DI GENITORI ED EDUCATORI
Capitolo 8 IL METODO BATES
Capitolo 9 AZIONI DI BASE
Capitolo 10 ABITUDINI VISIVE DA ADOTTARE
Capitolo 11 APPROCCI COMPLEMENTARI
Capitolo 12 APPROFONDIMENTI
Conclusioni
Ringraziamenti


Migliora la Vista del tuo Bambino in Modo Naturale con il Metodo Bates  Giorgio Ferrario   Macro Edizioni
 
Migliora la Vista del tuo Bambino in Modo Naturale con il Metodo Bates
Con esercizi pratici

Giorgio Ferrario



torna suIntroduzione - Giorgio Ferrario

Nella vita ho imparato che ciò che maggiormente si teme corrisponde sempre a ciò che non si conosce. Il mistero, l'ignoto, l'inatteso... si teme tutto ciò che potrebbe rappresentare una difficoltà, creare un problema, dare origine a conseguenze negative di qualche genere. Potrebbe, appunto, ma non se ne può essere certi.
Quando porto l'attenzione sui genitori di bimbi con difficoltà visive che incontro nel mio studio, questo assunto di partenza si dimostra sempre essere corretto. In loro percepisco il timore che vivono in relazione alla difficoltà visiva che è stata paventata, o già riscontrata, nei loro piccoli.
Temono ciò che non conoscono.
Non fraintendetemi: tutti loro sanno che quando si è miopi si fatica a vedere lontano, e che un bimbo miope non legge bene alla lavagna, quindi anche i genitori hanno un'idea di massima di ciò che sta succedendo alla vista dei loro figli. Pochi però, quasi nessuno, sa perché il loro bimbo è diventato miope, cosa possono fare per aiutarlo, o cosa comporta fargli indossare gli occhiali, come indicato dal medico che lo ha visitato qualche tempo prima. Non sanno cosa potrebbe succedere disattendendo le indicazioni del medico, mediando fra le stesse e ciò che magari hanno letto su testi di pratiche olistiche, oppure che in qualche modo istintivamente loro stessi percepiscono essere corretto fare. Non lo sanno!
Non hanno idea di cosa succederebbe in un caso, e neppure di cosa accadrebbe procedendo nella direzione opposta; quindi, la soluzione che preferiscono adottare è quella di fidarsi delle indicazioni ricevute dal professionista che ha esaminato la vista del proprio figlio.
Nella peggiore delle ipotesi, la responsabilità di ciò che succederà sarà la sua, che di certo potrà poi intervenire per porre rimedio.
Li comprendo: se “non conosci”, sei in balia di chi “grida più forte”.
A volte invece, incontro genitori che, prima di portare i loro figli in studio, hanno cercato di capire, hanno trovato risposte diverse rispetto alle “classiche” divulgate negli studi medici, ma quando arrivano in studio dimostrano comunque di vivere un notevole disagio, una certa confusione.
Alcuni dati raccolti sono in contrasto con altri. Alcune fonti danno suggerimenti e promulgano soluzioni infallibili per contrastare le difficoltà visive dei loro bimbi. Lo stato di confusione e insicurezza dopo le ricerche effettuate può essere ancora peggiore rispetto alla condizione precedente di non conoscere e finire con ispirare le loro decisioni in modo del tutto arbitrario.
Ecco il perché di questo libro. Spiegare, far riflettere, aiutare a comprendere, perché sia più semplice gestire le soluzioni rispetto al solo adattarsi a ciò che si sente dire o che si è incontrato navigando nel web.
Vi propongo un viaggio, quindi senza alcuna pretesa di insegnare, ma con lo scopo di sostenere conoscenze che, concettualmente, sono anche semplici da comprendere e metabolizzare.
Alla base di tutto c'è il metodo Bates, e poi ci sono le mie esperienze nell'area olistica e come operatore. Ciò che ho potuto vivere e sperimentare come educatore con bimbi dai 6 mesi ai 14 anni.
Un'esperienza, quella con i bimbi, che è iniziata quando ero capo scout in un branco di lupetti e coccinelle, poi proseguita presso i Parchi Robinson della zona in cui vivevo all'epoca, per sfociare nel mondo dello sport e dell'educazione motoria più in generale, e ora attraverso il mio lavoro di educatore di metodo Bates in studio con bimbi con difficoltà visive di diverso tipo.
Un'esperienza che, oltre a diverse note positive, mi ha anche fatto conoscere diverse anomalie del nostro sistema educativo, in particolare in relazione a tutta un'attività preventiva che potrebbe essere svolta e che non viene neppure presa in considerazione da “chi” decide “cosa” deve esserci, e cosa deve stare fuori.
Nessuna polemica a riguardo. Solo la presa di coscienza che a volte basterebbe davvero poco per evitare difficoltà, visive in questo caso, che quasi certamente i nostri bimbi svilupperanno negli anni.
La promessa infine che, dopo aver letto e sperimentato quanto appreso in questo libro, per lo meno saprete affrontare le difficoltà visive dei vostri piccoli consapevolmente, sapendo che cosa state facendo ma soprattutto che lo potete fare.
Per meglio spiegare le ragioni degli stimoli di riflessione che incontrerete più avanti, facciamo ora un po' di chiarezza sulla funzione visiva e sul suo naturale sviluppo, attraverso brevi capitoli teorici che vi permetteranno di comprendere le ragioni dell'approccio olistico che propongo e, cosa ancora più importante, di affrontare la situazione nel modo migliore: serenamente e consapevolmente.
Viste le numerose richieste che ho ricevuto, ho pensato anche a un libro di giochi ed esercizi che seguirà questa prima opera, che potrà aiutarvi nella gestione della situazione, ma procediamo per gradi.
Nella speranza quindi di suscitare la vostra curiosità e il vostro interesse, vi auguro una buona lettura.


Migliora la Vista del tuo Bambino in Modo Naturale con il Metodo Bates  Giorgio Ferrario   Macro Edizioni
 
Migliora la Vista del tuo Bambino in Modo Naturale con il Metodo Bates
Con esercizi pratici

Giorgio Ferrario






CATEGORIE LIBRI