Paleo dieta per tutti. La nuova cucina dell'età della pietra - Introduzione al libro

Paleo dieta? Un'altra novità? No, qualcosa di antico...

Alcuni anni fa ho incontrato delle persone che ancora oggi vivono come i nostri primi antenati. Era il 2011, in Africa, ai margini del Kalahari. All'ora stabilita comparvero silenziosamente come attirate dagli abissi del tempo. La nostra piccola comitiva le osservava incuriosita, loro osservavano noi divertite. Avevamo di fronte degli indigeni della Savana gracili, slanciati e muscolosi. Ci concessero amichevolmente di osservare per un paio d'ore il loro modo di vivere, e al momento del congedo ci chiesero se potevano indovinare la nostra età. Cortesemente diedero a ognuno di noi esattamente due anni di meno. “Noi riconosciamo l'età dal corpo, non dal viso” dissero. Invece a noi i loro corpi sembravano senza età, e li stimammo tutti senza eccezione vent'anni più giovani di quanto fossero in realtà.

Da quell'incontro straordinario, ora mi affascina anche la vita dei cacciatori e raccoglitori dell'età della pietra, e talvolta mi domando se noi, con tutte le nostre regole alimentari così ben fondate, non ci sbagliamo di grosso. Perché anche a coloro che si nutrono con consapevolezza la bilancia indica spesso sempre più chili. Il nostro apporto di calorie diminuisce, ma il sovrappeso aumenta. Finora la scienza non ha fornito spiegazioni per questo fenomeno. Oggi gli studiosi sono sulle tracce dei nostri geni, e le loro attuali conoscenze mostrano quanto i fondatori della “paleo idea” fossero nel giusto.

Già nel 1985 l'antropologo Melvin Konner e il medico S. Boyd Eaton descrissero perché il nostro metabolismo, formatosi in milioni di anni, non va d'accordo con le abitudini alimentari moderne e perché la conseguenza di ciò sono le malattie croniche. Gli esperti di alimentazione tedeschi hanno sempre criticato aspramente gli scienziati statunitensi per tali affermazioni. Al pensiero di dover rinunciare, come i nostri primi antenati, ai cereali e al latte, questi professori furono probabilmente atterriti quanto me. In fondo io vivo praticamente di caffelatte, panini con formaggio e pasta col parmigiano. Come si può stare senza? Mangiando la carne?

NUOVI MONDI DI SAPORE
Ammetto che, dopo aver scritto Fleischlos glücklich (“Felici senza carne”), il primo ricettario divulgativo vegetariano pubblicato in Germania, e aver vissuto per vent'anni da vegetariana, alcuni anni fa sono scesa dal carro. Con la carne è semplicemente più facile assimilare le quantità necessarie di proteine e vitamine senza assumere troppe calorie. In fondo anche io combatto fin dall'adolescenza contro i chili in eccesso. Dunque, ora paleo dieta. Questo modo di mangiare conduce in nuovi affascinanti mondi di sapore e tuttavia risulta curiosamente familiare – specialmente il profumo di brodo di ossa in cucina.

Tutti coloro che entrano chiedono: “Cosa stai cucinando? Ha un odore così buono!” Da quando seguo la paleo dieta mi muovo per i supermercati in maniera diversa. Dopo quattro settimane di astinenza mi sono buttata sul mio primo caffelatte come una pazza. Tuttavia ora lo bevo più di rado, e anche i panini imbottiti e i ricchi piatti di pasta non sono più così allettanti; preferisco la frutta secca “paleo” di recente scoperta, gli arrosti leggermente soffritti, i fiori, le erbe e le salse di verdura magnificamente colorate. Cerco di portare in ogni piatto la varietà della natura e aromatizzo più coraggiosamente di prima. Quindi attenzione: la paleo dieta potrebbe cambiare anche la vostra vita.

Acquista il libro
-5%
Paleo dieta per tutti  Elisabeth Lange   Lswr

Momentaneamente
non disponibile


Paleo dieta per tutti 16,06 € 16,90 €

Torna alla lista degli speciali



CATEGORIE LIBRI