Il metodo anticorna

Comunicare al meglio con il partner per una perfetta intesa di coppia

 
-15%
Il metodo anticorna  Antonio Meridda Fabio Pandiscia  Anteprima
  • 15,30 invece di € 18,00 Sconto del 15%
  • Affrettati! Solo 1 disponibile in pronta consegna



torna suDescrizione

Perché tanti uomini e tante donne tradiscono il proprio partner? Ed è davvero possibile fare in modo che ciò non accada?

Questo libro si propone di indagare le reali cause del tradimento e di porvi rimedio. Attraverso l’analisi dei meccanismi istintuali, del funzionamento del cervello, della comunicazione tra i sessi, del linguaggio del corpo, gli autori spiegano che cosa guida le nostre scelte in campo sentimentale e perché siamo continuamente portati a compiere azioni che rischiano di minare, anche in maniera irreparabile, il rapporto di coppia.

Leggendo queste pagine, comprenderemo come per gli esseri umani la sessualità non sia una semplice funzione riproduttiva, ma investa pressoché ogni altra attività (dall’economia all’arte, dalla psicologia ai costumi e alle religioni).

I nostri stessi corpi si sono modificati nel corso del tempo per accentuare al massimo le differenze tra uomini e donne. Proprio attraverso la descrizione di ciò che rende diversi o accomuna i due sessi,

Il metodo anticorna ci aiuta a ricostruire un equilibrio oggi seriamente compromesso e a ritrovare quell’armonia che nasce dalla conoscenza di se stessi e del proprio partner e da una comunicazione realmente efficace.


Il metodo anticorna  Antonio Meridda Fabio Pandiscia  Anteprima
 
Il metodo anticorna
Comunicare al meglio con il partner per una perfetta intesa di coppia

Antonio Meridda, Fabio Pandiscia



torna suIntroduzione

Benvenuta o benvenuto alla lettura di questo libro!

È in corso una guerra... una guerra terribile, iniziata oltre un milione e mezzo di anni fa, e che ci coinvolge praticamente tutti, in ogni angolo del globo: una vera e propria «guerra mondiale»! Quella a cui ci riferiamo è la più antica tra tutte le questioni, ovvero la guerra dei sessi. Uomini e donne sono in costante conflitto per cercare di avere la meglio gli uni sulle altre. Negli ultimi millenni gli uomini sembrerebbero aver vinto, ma dal secolo scorso le donne reclamano ciò che è loro di diritto. Ora lo scontro è più acceso che mai, e viviamo una fase intensa della battaglia: gli uomini rivogliono il comando, le donne vogliono tornare ai primordi, quando comandavano loro.

Lo scopo del nostro libro è trovare un’intesa fra le due parti per metter fine a tutto questo!

A dir la verità eravamo incerti se scrivere o meno il testo che ora avete per le mani.

Il motivo? Molte delle teorie e dei dati che abbiamo riportato sono a vantaggio alcuni degli uomini, altri delle donne. E i due generi sono del tutto convinti che il proprio sia senza dubbio il migliore, quindi tendono a non credere a chiunque lo critichi.

Oltre a ciò, essendo entrambi uomini, potremmo attirarci contro l’accusa di non saper capire le donne.

Ma poi ci siamo decisi a farlo, perché quel che affermiamo non è frutto né di esperienze personali (non solo, in ogni caso) né di opinioni, ma di osservazioni, studi, analisi scientifiche e del lavoro, oltre che nostro, di molti altri illustri psicologi, etologi, antropologi, sociologi.

Quel che descriviamo qui sono le ragioni per cui uomini e donne sono così diversi come «risultati», anche se la base di partenza è identica. Perché bambini e bambine, anche se educati nello stesso modo, sviluppano spesso attitudini e capacità diverse tra loro ma simili a quelle del resto del proprio genere?

Perché le bambine formano gruppi sociali in cui si discute «democraticamente», mentre i gruppi di bambini sono comandati (spesso in modo prepotente) da un capo, quasi sempre il più «grosso» e violento tra loro?

E, soprattutto, perché si nega che queste differenze esistano?

Facciamo una doverosa premessa: nel corso della trattazione ci riferiremo per comodità a «maschi» e «femmine» come generi distinti e illustreremo concetti che si basano sulle medie, cioè su valori comuni. Per esempio, è sbagliato affermare che tutti gli uomini siano più alti e forti delle donne, perché non è vero. È però corretto, nel linguaggio scientifico, sostenere che, in media, gli uomini sono più alti e forti delle donne.

Gli esempi e i dati presentati in questo libro si riferiranno sempre alla media, se non quando specificato.

Naturalmente, esistono uomini che piangono spesso, o donne che risolvono le controversie con la violenza fisica. Nella media del loro genere, però, si tratta di comportamenti e atteggiamenti inusuali. D’altro canto, gli esseri umani sono individui dotati di caratteristiche specifiche, che non sempre rientrano nelle medie.

Noi siamo entrambi esperti di comunicazione, e, tra tutte le sfide che abbiamo affrontato, la più difficile è stata senza dubbio quella di dialogare con l’altro sesso. Ci siamo quindi resi conto di quanto fosse assurdo che, nell’era della comunicazione, in cui è possibile parlare con l’altro capo del mondo senza spendere quasi nulla, in cui i traduttori nelle varie lingue rendono semplice la comprensione tra i popoli, in cui Internet mette in contatto miliardi e miliardi di esseri umani, non ci si capisse tra uomini e donne.

O meglio, se si parla di argomenti «neutri» la comprensione è automatica. Per esempio, discutere di scienza, tecnica, sport, arte, filosofia o letteratura non presuppone alcuna difficoltà. La mente maschile e quella femminile non presentano alcuna differenza in tali ambiti, infatti la percentuale di uomini e donne competenti in queste materie è la stessa: cinquanta e cinquanta.

Le cose invece si complicano quando si tratta di interpretare i comportamenti. Le donne comunicano in modo molto più complesso, e il loro QE (quoziente emotivo) è decisamente superiore a quello maschile.

Mentre per un uomo è sufficiente sapere che cosa vuole l’interlocutore, a una donna non basta: vuole conoscere anche la ragione di tale richiesta. Che cosa spinge l’altro? Che cosa pensa in realtà?

Anche l’uomo può porsi simili domande, ma solo se ne ha un vantaggio o, al contrario, uno svantaggio, come ad esempio nel gioco degli scacchi, o nel caso in cui serva conoscere la strategia avversaria. Per una donna, invece, tali informazioni devono essere acquisite sempre.

Questa è solo una delle differenze esistenti fra i due sessi, ma ci sembra giusto metterla subito in evidenza. Non si tratta di nostre opinioni, ribadiamo, ma di dati scientifici elaborati nelle università e nei centri di ricerca: come vedremo, uomini e donne comunicano in modo diverso perché il loro cervello è strutturato in maniera differente.

Il libro si divide in quattro parti:
– uomini e donne, ovvero i componenti della coppia;
– attrazione e seduzione, ovvero il primo incontro e la nascita della coppia;
– vita insieme, ovvero la quotidianità della coppia;
– tradimento, ovvero «le corna» e la crisi della coppia.

Siamo dell’idea che prevenire sia meglio che curare, quindi vi forniremo i mezzi per evitare le corna e per vivere invece felici con il proprio partner. Spiegheremo come ottenere il massimo, tramite le tecniche di comunicazione e psicologia, dalle prime due fasi (nascita di un rapporto e quotidianità della coppia), e come evitare di arrivare alla temutissima terza fase (il tradimento).

Bene, siamo pronti per incominciare! Buona lettura!


Il metodo anticorna  Antonio Meridda Fabio Pandiscia  Anteprima
 
Il metodo anticorna
Comunicare al meglio con il partner per una perfetta intesa di coppia

Antonio Meridda, Fabio Pandiscia






CATEGORIE LIBRI