Le Leguminose in Omeopatia

Clinica e Materia Medica

 
-10%
Le Leguminose in Omeopatia  Giacomo Merialdo   Salus Infirmorum
  • 26,91 invece di € 29,90 Sconto del 10%
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione



torna suDescrizione

Le Leguminosae sono una famiglia botanica quanto mai variegata, comprendente più di 12.000 specie dislocate in tutto il pianeta. Sono estremamente importanti e conosciute per il loro valore alimentare e nutrizionale, tanto che legumi come piselli, fave, fagioli, ceci, ecc. hanno quotidianamente un posto sulla nostra tavola.

Pur essendo dei vegetali molto comuni, purtroppo non sono stati adeguatamente studiati in campo omeopatico per sfruttare le loro innumerevoli potenzialità terapeutiche. A parte alcuni rimedi particolarmente noti come Melilotus e Baptisia, la maggior parte di essi non viene utilizzata a causa della scarsità delle informazioni presenti nella Materia Medica omeopatica.

L'opera del Dr. Merialdo va quindi a colmare questa mancanza, specialmente per il fatto che l'autore ha inserito la propria esperienza personale maturata dopo molti anni di studio e verifica clinica delle proprietà di questi rimedi.

Infatti, oltre a una descrizione generale delle leguminose e delle sue principali caratteristiche botaniche, tossicologiche e di uso in Medicina tradizionale, il Dr. Merialdo illustra per ogni rimedio trattato un caso clinico dichiarato guarito dopo un adeguato follow-up.

L'ultima parte del testo si concentra infine sulla diagnosi omeopatica differenziale tra le leguminose e gli altri gruppi o famiglie botaniche. Questo libro è quindi utile a tutti coloro che desiderano ampliare la loro conoscenza della Materia Medica dei rimedi vegetali.

 

INDICE:
Prefazione del Dr. Tonello
Prefazione del Dr. Petrucci
Ringraziamenti
Presentazione dell'Autore
Introduzione
PARTE I - ELEMENTI DI BOTANICA, TOSSICOLOGIA E MITOLOGIA
Capitolo 1 - ELEMENTI DI BOTANICA
1.1 - TASSONOMIA
1.2 - MORFOLOGIA
1.3 - COMPOSIZIONE
A - Azoto
B - Tannino
C - Resine e balsami
D - Mucillagini e gomme
E - Sostanze tossiche e veleni
F - Amminoacidi e vitamine
1.4 - HABITAT E DISTRIBUZIONE
1.5 - COMPORTAMENTO
1.6 - INTERESSE ECONOMICO
1.7 - INTERESSE ORNAMENTALE
1.8 - INTERESSE ALIMENTARE
1.9 - INTERESSE ENERGETICO
Capitolo 2 - ELEMENTI DI TOSSICOLOGIA
Capitolo 3 - USO IN MEDICINA POPOLARE E TRADIZIONALE

PARTE II - STUDIO OMEOPATICO DELLE LEGUMINOSE
Capitolo 4 - RIMEDI OMEOPATICI PIÙ CONOSCIUTI E LORO ABBREVIAZIONI
Capitolo 5 - TEMI EVIDENZIATI NELLA FAMIGLIA OMEOPATICA DELLE LEGUMINOSAE
5.1 - TEMI GENERALI
5.2 - SINTOMI LOCALI
PARTE III MATERIA MEDICA E CASI CLINICI
Capitolo 6 - BAPTISIA TINCTORIA
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 7 - COPAIVA
Capitolo 8 - CYTISUS LABURNUM
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 9 - DERRIS PINNATA
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 10 - DOLICHOS PRURIENS
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 11 - INDIGO TINCTORIA (INDIGOFERA TINCTORIA L.)
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 12 - LATHYRUS SATIVUS
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 13 - MELILOTUS OFFICINALIS
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 14 - PHASEOLUS NANUS
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 15 - PHYSOSTIGMA VENENOSUM
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 16 - RATANHIA PERUVIANA (KRAMERIA TRIANDRA)
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 17 - ROBINIA PSEUDACACIA
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 18 - SAROTHAMNUS SCOPARIUS (CYTISUS SCOPARIUS)
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico
Capitolo 19 - TRIFOLIUM PRATENSE
Temi - Tropismo Fisico - Caso Clinico

PARTE IV - DIAGNOSI DIFFERENZIALE
Capitolo 20 - DIAGNOSI DIFFERENZIALE FRA FAMIGLIE O GRUPPI DI RIMEDI
20.1 - NITRICUM
20.2 - LAC
20.3 - SERPENTES
20.4 - ZINCUM
20.5 - CUCURBITACEAE
20.6 - EUPHORBIACEAE
20.7 - CAPRIFOLIACEAE
20.8 - FUNGI
Capitolo 21 - ALTRI GRUPPI DI RIMEDI O RIMEDI SINGOLI
Bibliografia generale
Bibliografia omeopatica
Indice


Le Leguminose in Omeopatia  Giacomo Merialdo   Salus Infirmorum
 
Le Leguminose in Omeopatia
Clinica e Materia Medica

Giacomo Merialdo



torna suPrefazione del Dr. Tonello

In direzione ostinata e contraria è il titolo dell'ultimo lavoro, raccolta postuma, di Fabrizio De André, ed è con questa nota campanilistica (e un po' ruffiana!) che voglio intitolare la prefazione a questo ottimo lavoro del mio amico Giacomo ‘Mino' Merialdo. Per chiarire meglio, In direzione ostinata e contraria potrebbe essere la sintesi della vita di Cristiano Samuele Hahnemann, un testone di tedesco (Sassone per la precisione) che tra il 1700 e 1800 decise, per insoddisfazione rispetto al paradigma scientifico medico e non solo, di sovvertire le norme e regole del sistema accademico nel campo della Medicina Umana e riappropriarsi di quanto un altro geniale uomo di Medicina e Scienza, Ippocrate, già nel quarto secolo prima di Cristo aveva affermato e scritto con una modernità sconvolgente: non esiste un sistema unico di diagnosi e terapia, ma a seconda della situazione individuale il Medico può e deve decidere di utilizzare il metodo e gli strumenti più adatti, nel solo e unico interesse e obiettivo possibile, scevro da interessi commerciali, politici, pregiudiziali: il benessere e la salute del paziente.

---> CONTINUA A LEGGERE LA PREFAZIONE DEL DR. TONELLO


Le Leguminose in Omeopatia  Giacomo Merialdo   Salus Infirmorum
 
Le Leguminose in Omeopatia
Clinica e Materia Medica

Giacomo Merialdo



torna suPrefazione del Dr. Petrucci

Sono onorato di poter scriver la prefazione di questo libro, sia per il contenuto che per l'autore.
Vorrei iniziare dall'autore, ma come si dice: dulcis in fundo… Non perché il contenuto sia meno importante dell'autore, ma semplicemente perché c'è un rapporto di amicizia diverso!
Devo confessare che con le Leguminosae fino ad ora il rapporto è stato di semplici conoscenti. Non è certo la mia famiglia preferita, nel senso che la mia conoscenza è sicuramente più estesa per altri gruppi di rimedi e questo ha reso ancor più interessante e utile la lettura di questo testo.
Ormai da anni abbiamo imparato a studiare i rimedi in maniera diversa rispetto al passato, quando spesso ci limitavamo a un elenco di sintomi non particolarmente legati tra loro, né con i sintomi degli altri rimedi. Lo studio per temi e concetti e per famiglie ci ha proiettati davvero in un'altra dimensione e la comprensione delle sostanze è di conseguenza cambiata in modo significativo.
Anni fa non pensavamo assolutamente che botanica, tossicologia, morfologia, ecosistemi, comportamento e addirittura la mitologia potessero avere seriamente a che fare con l'Omeopatia (a dire il vero molti lo pensano ancora adesso…). Ora consideriamo livelli di similitudine diversi rispetto a quelli della sperimentazione omeopatica che, pur avendo una certa importanza, non può secondo me rappresentare l'unico livello di applicazione della Legge dei simili.

----> CONTINUA A LEGGERE LA PREFAZIONE DEL DR. PETRUCCI


Le Leguminose in Omeopatia  Giacomo Merialdo   Salus Infirmorum
 
Le Leguminose in Omeopatia
Clinica e Materia Medica

Giacomo Merialdo



torna suIntroduzione del Dr. Merialdo

Sono sempre stato goloso di fagioli, piselli, fave e ceci, cucinati in tutti i modi, da un bel piatto di pasta e legumi ai fagioli neri alla messicana e alla farinata ligure di ceci. Naturalmente, come tutti, ne ho sperimentato gli inconvenienti digestivi, fastidi che d'altra parte non hanno mai smorzato il mio apprezzamento per essi.
Proprio in considerazione di questi medesimi ‘effetti indesiderati' molto simili fra loro e presenti in ogni legume commestibile, iniziai molti anni fa a interessarmene anche dal punto di vista omeopatico. Erano gli anni Novanta e cominciai ad approfondire lo studio dei rimedi per ‘famiglie', seguendo i primi pionieri quali Massimo Mangialavori, in primo luogo, e anche Jan Scholten. Iniziai a seguire questa metodologia sia nello studio che nella clinica, con sempre maggiori soddisfazioni. Mi misi anche a studiare ex novo alcune famiglie botaniche e man mano che ne ampliavo la conoscenza avvertivo in me sempre più entusiasmo e sentivo di aver finalmente trovato un bandolo nella matassa apparentemente ingarbugliata che è la nostra Materia Medica Omeopatica.
Non ho mai ritenuto di poter esercitare una buona Omeopatia tenendo in considerazione solo venti o trenta rimedi e questa è sempre stata la mia principale preoccupazione fin dall'origine della mia formazione omeopatica. D'altra parte, la frustrazione che provavo nel districarmi tra l'enorme quantità dei sintomi e il grande numero di rimedi presenti in letteratura mi aveva portato a uno stato di sconforto, nonostante mi fossi munito di uno dei primi programmi informatici omeopatici. Non esisteva ancora Internet e rilevavo una grande difficoltà nel reperire casi clinici cronici curati con successo, ragione per cui mi risultava difficile comparare lo studio teorico con il risultato concreto. Ciò che mi interessava maggiormente di ogni rimedio erano i temi che potevano emergere solo dalla pratica clinica quotidiana, con le loro reali modalità, caratteri e intensità.

----> CONTINUA A LEGGERE L'INTRODUZIONE DEL DR. MERIALDO (L'AUTORE)


Le Leguminose in Omeopatia  Giacomo Merialdo   Salus Infirmorum
 
Le Leguminose in Omeopatia
Clinica e Materia Medica

Giacomo Merialdo






CATEGORIE LIBRI


I clienti che hanno scelto questo prodotto hanno acquistato anche...