Manuale della Materia Medica Omeopatica - I volume

e Repertorio comparato dai principali sintomi mentali di Kent

 
Nuova edizione
Manuale della Materia Medica Omeopatica - I volume  Alma Rodriguez Carlo Melodia Vincenzo Rocco Luimo
  • 80,00
  • Affrettati! Solo 1 disponibile in pronta consegna



torna suDescrizione

La struttura della Materia Medica è organizzata secondo lo schema e i contenuti della Materia Medica di Jahr. Al testo sono stati integrati sintomi e note provenienti dalle Materie Mediche di Gallavardin, Chiron, Clarke, Duprat, Boericke, Kent, Allen, Farrington

Questa raccolta di monografie sui più importanti rimedi della Materia Medica Omeopatica ha uno scopo, come tutte le pubblicazioni a cura della LUIMO, didattico oltre che di utilizzo come guida dell'attività del medico. È indicata quindi per coloro i quali si avvicinano alla Medicina Omeopatica, per comprenderne la natura, la concezione e la logica che sottende all'azione del medico omeopata. I tre volumi di cui si comporrà la Materia Medica contengono 190 rimedi tra quelli maggiormente utilizzati nella pratica clinica. Sono certamente pochi rispetto ai quasi 2000 sperimentati sul sano ad oggi e i 4000 che sono stati occasionalmente preparati secondo la metodologia omeopatica ed utilizzati nella clinica, ma di cui le sperimentazioni sul sano sono limitate. Possiamo dire però con certezza, citando Kent ed altri autori, che la conoscenza di questi pochi, affidabili, rimedi, permette al medico di affrontare la maggior parte dei casi cui va incontro. Certo lo strumento informatico, per il medico che ha già buona conoscenza della Medicina Omeopatica, sarà l'unico a poter supportare il crescente numero di rimedi che si offrono alla sua conoscenza.

È purtuttavia nostra convinzione che i rimedi che vengono presentati in quest'opera devono essere acquisiti da ogni medico che si voglia definire omeopata, per diversi motivi. Questi 190 sono i rimedi che da più di duecento anni si sono affermati nella sperimentazione pura e nella clinica. Con cui sono stati curati e guariti la maggioranza dei malati e di cui si conoscono le reciproche relazioni. Inoltre sono stati tutti studiati ed interpretati da grandi maestri della Medicina Omeopatica, dai più lontani ai più recenti, e di cui si conoscono approfonditamente le caratteristiche. Queste considerazioni hanno motivato dunque l'organizzazione della Materia Medica.

Nei tre volumi, i rimedi saranno pubblicati secondo un ordine decrescente di importanza. Il primo volume contiene, in ordine alfabetico, tutti i rimedi policresti e grandi rimedi miasmatici antipsorici antisicotici ed antisifilitici, ivi includendo alcuni nosodi. A questi si aggiungono rimedi che sovente sono utilizzati nell'acuto. I successivi due volumi conterranno rimedi in funzione della loro importanza.

Certo il criterio scelto può essere considerato arbitrario, ma noi pensiamo che dare ad uno studente una formazione con elementi certi è l'unica strada correttamente didattica. Ci è difficile immaginare un medico che abbia una buona conoscenza di rimedi come Aquila calva o Lac delphinum, e non conosca innanzitutto Natrum muriaticum o Phosphorus.

 

Le Materie Mediche di riferimento

Scegliere tra le centinaia di Materie Mediche oggi presenti nel mondo della Medicina Omeopatica è stato anche oggetto di attenta riflessione. Il disorientamento può essere molto grande. Molte Materie Mediche sono ripetizioni di altre Materie Mediche e spesso possono contenere il riflesso unico dell'esperienza dell'autore. Conservando un criterio didattico, noi abbiamo deciso di utilizzare come Materia Medica di riferimento quella di Jahr. Il motivo è semplice. A nostra conoscenza la Materia Medica di Jahr è tra le poche, se non l'unica, ad avere organizzato le serie di sintomi in modo tale da evidenziare al medico quali di questi e con quale frequenza provengano da sperimentazione sul sano, sperimentazioni confermate nella clinica, oppure soltanto sintomi guariti nella clinica. Queste informazioni sono di estrema importanza per chi opera perché può valutare con maggiore consapevolezza il peso relativo di un sintomo in un rimedio rispetto ad un altro, pur sapendo che è la totalità dei sintomi a governare la scelta del rimedio. Ma queste considerazioni sono bene approfondite nell'introduzione dello stesso Jahr, che compendia questo volume. La struttura della Materia Medica è quindi organizzata secondo lo schema e i contenuti della Materia Medica di Jahr. Al testo abbiamo integrato sintomi e note provenienti dalle Materie Mediche di Gallavardin, Chiron, Clarke, Duprat, Boericke, Kent, Allen, Farrington. Tutti questi autori, nel tempo hanno provato ad espandere la conoscenza di alcuni aspetti della Materia Medica. Le integrazioni del Dr. Gallavardin sono essenzialmente riferite ai sintomi psichici che lo stesso, per formazione e attività, approfondì. Dalla Materia Medica di Chiron abbiamo fatto riferimento alle note storiche sull'origine e l'uso dei medicamenti, alle potenze utilizzate, alle modalità, ad alcuni sintomi e rimedi assenti dalla Materia Medica di Jahr. Le integrazioni di sintesi moderna tossicologica (Duprat in special modo), o cliniche provenienti dall'esperienza degli altri maestri ci sono servite per dare un'immagine più chiara e aggiornata degli effetti della sostanza.

 

Organizzazione delle citazioni nelle monografie
Per evitare di rimandare con note ogni serie di sintomi ad ogni autore, abbiamo utilizzato il criterio seguente: in nota 1 indichiamo su quale corpus è basata la monografia (molto spesso si tratterà di Jahr). Le frasi che non hanno citazione si riferiranno quindi al corpus. Sintomi provenienti da autori diversi saranno invece segnalati.
Se il riferimento numerico alla nota si trova in alto a sinistra dello scritto, la citazione è di tutto il paragrafo. Se invece si trova in alto a destra si segue il normale criterio di citazione.

 

Il contributo della LUIMO
Il modo in cui sono organizzati i vari paragrafi della Materia Medica, l'uso di segnalatori di colore e l'incolonnamento delle serie di sintomi (spiegati in tabella a pag XXXI) sono stati tutti realizzati dalla Dr.ssa Adele Alma Rodriguez. Quest'organizzazione di testo, lungi dall'essere il prodotto di una ispirazione recente, è invece il risultato di svariati anni di insegnamento realizzato utilizzando questo schema generale, in grado di illuminare lo studente sulle differenti frequenze e modalità in cui i sintomi possono esprimersi. È oramai una acquisizione dei docenti LUIMO, che l'utilizzano durante i corsi di insegnamento.
Le note del curatore (NDC) si riferiscono in generale agli aspetti clinico/sperimentale (curati da Carlo Melodia), o alla storia della sostanza e/o del suo utilizzo (Vincenzo Rocco).
Nel paragrafo “Dosi” di ogni monografia sono indicate le potenze dei rimedi che sono state utilizzate dai medici della LUIMO. Questi dati provengono da più di 60.000 prescrizioni e sono un'acquisizione collettiva di tutti i medici della LUIMO.
Infine, anche questa un'acquisizione collettiva di tutti i medici della LUIMO, al termine del libro si troverà una nota statistica corrispondente alla corrispondenza tra rimedio somministrato e motivo della visita, dati su circa 10.000 protocolli biopatografici. Essa rappresenta un'integrazione al paragrafo “Clinica” di ogni monografia. L'abbiamo tuttavia lasciata in fondo, sia per la differenza di linguaggio, sia per permettere al medico di ricercare liberamente in un formato più compatto elementi utili alla sua prescrizione. Nel tempo accorperemo in modo più sistematico il capitolo “Clinica”. Del raggruppamento statistico sia delle potenze che della “Clinica” si sono occupati in special modo Imma De Bellis, Marco Pagnozzi e Flora Rusciano, coadiuvati da V. Rocco.
La LUIMO ha realizzato le traduzioni dai testi in lingua originale. A queste traduzioni hanno collaborato, sotto la direzione di A. A. Rodriguez e supervisione di V. Rocco, e di Anxhela Guraziu, in varia misura diverse persone, da traduttori professionisti, a studenti dell'Università Orientale di Napoli mediante un accordo di training enti privati-università. Queste persone, che fin da ora ringraziamo, sono tutte citate in colophon.

 

Comparazioni tra sintomi e tra rimedi
Non vi è Medicina Omeopatica, se non si riesce a trovare dei sistemi per confrontare sintomi simili in rimedi diversi. Questa parte della attività clinica, essenziale per individuare il rimedio più adeguato, è spesso rinviata, nelle Materie Mediche, inclusa quella di Jahr, al capitolo “comparazioni”, in cui si indicano i rimedi simili, ma l'operazione di comparare deve essere realizzata dal medico. La Materia Medica di Chiron aveva invece un grande interesse da questo punto di vista. Al termine di ogni monografia di rimedio, alcuni sintomi vengono comparati a sintomi simili in altri rimedi. Noi abbiamo ripreso queste comparazioni e le abbiamo, quando necessario, integrate. Inoltre, in questo volume, grazie al lavoro di Carlo Melodia, in appendice al testo vengono comparati 111 sintomi mentali, secondo lo schema del repertorio di Kent.
L'interesse di queste comparazioni è di aver indicato anche se la similitudine tra i sintomi fosse “trasposta” come senso, oppure letterale.
L'utilizzo congiunto di Materia Medica, comparazioni tra rimedi e tra sintomi, dovrebbe portare lo studente a comprendere le varie sfumature che caratterizzano un rimedio in relazione ad un altro, ed a permettere una migliore diagnosi differenziale durante la visita. Inoltre, andare dal rimedio nel suo complesso, al sintomo comparato, per tornare al rimedio rappresenta l'esercizio mnemonico migliore per affinare la propria comprensione della Materia Medica. Le liste dei sintomi comparati saranno inserite nell'indice del III volume.

Conclusione
Questa Materia Medica rappresenta un primo tentativo, empirico, verso quella consensus sui rimedi che oggi, grazie alla massa critica di informazioni che sono disponibili, ed al potere dell'informatica, può essere realizzata. Asseverare il dato sperimentale con il dato clinico attuale e del passato, confermare i sintomi predominanti di un rimedio, è certamente una sfida che il mondo omeopatico oggi può sostenere.
Noi consideriamo questa Materia Medica come uno strumento in evoluzione, un invito alla comunità omeopatica a rendere coerente il corpus della Materia Medica, in modo da indicare quell'essenzialità di cambio che la persona sana vive nello sperimentare il rimedio, e che, reversibilmente, quella malata sperimenta nel processo di cura e guarigione.


Manuale della Materia Medica Omeopatica - I volume  Alma Rodriguez Carlo Melodia Vincenzo Rocco Luimo
 
Manuale della Materia Medica Omeopatica - I volume
e Repertorio comparato dai principali sintomi mentali di Kent

Alma Rodriguez, Carlo Melodia, Vincenzo Rocco



torna suIndice

I. Scopo e composizione dell’opera
II. Sui sintomi raccolti in quest’opera
III. Sulle avvertenze cliniche che si trovano ad intestazione di ogni rimedio
IV. Sulle dosi omeopatiche usate
V. Della ripetizione delle dosi
VI. Della durata dell’azione dei rimedi
VII. Dei rimedi analoghi
VIII. Sul modo di servirsi di questo manuale

Avvertenza
Avvertenza per l’ottava edizione – G. H. G. Jahr
Spiegazione di alcuni termini cui potrebbe apparire dubbio il senso nel quale sono stati usati – G. H. G. Jahr
Sperimentazione pura: similitudine, identità, contrari – A. A. Rodriguez
Nota sul paragrafo clinica di ogni monografia
Tabella esplicativa – Grafica dei sintomi della materia medica

 

MONOGRAFIE
Aconitum napellus
Alumina
Ammonium carbonicum
Antimonium crudum
Apis mellifera
Argentum nitricum
Arnica montana
Arsenicum album
Aurum foliatum (metallicum)
Baryta carbonica
Belladonna
Bryonia alba
Cactus grandiflorus
Calcarea carbonica
Camphora
Cantharis
Capsicum annuum
Carbo vegetabilis
Causticum
Chamomilla vulgaris
Chelidonium majus
China
Coffea
Colocynthis
Dulcamara
Eupatorium perfoliatum
Gelsemium sempervirens
Graphites
Hepar sulphuris calcareum
Hypericum perforatum
Ignatia amara
Ipecacuanha
Kali bichromaticum
Lachesis
Lycopodium clavatum
Medorrhinum
Mercurius solubilis
Natrum carbonicum
Natrum muriaticum
Natrum sulphuricum
Nitricum acidum
Nux moschata
Nux vomica
Opium
Phosphoricum acidum
Phosphorus
Phytolacca
Platina
Psorinum
Pulsatilla nigricans
Rhus toxicodendron
Ruta graveolens
Sepia
Silicea
Spigelia
Spongia maritima tosta
Staphysagria
Sulphur
Syphilinum
Tabacum
Tartarus emeticus
Thuya occidentalis
Tuberculinum
Veratrum album
Zincum

 

SINTOMI DI KENT COMPARATI dal Repertorio alla Materia Medica
Anxiety, fear with
Anxiety, future about
Anxiety, health about
Capriciousness
Mood, changeable
Anger, ailments, vexation, etc., after
Anger
Company, aversion to
Company, amel. When alone
Company, desire for
Company, alone while, aggr.
Consolation, aggr.
Consolation, amel.
Contradiction, is intolerant of
Love, ailments, from disappointed
Censorious
Suspicious
Loathing of life
Despair religious (of salvation)
Despair
Excitement
Aversion, members of family, to
Confidence, want of self
Hurry
Rage
Jealousy
Impatience
Impetuous
Incostancy
Indifference

Clinica: Relazione tra prima somministrazione e motivo della visita (LUIMO, Napoli)

Riferimenti bibliografici

Note biografiche dei curatori


Manuale della Materia Medica Omeopatica - I volume  Alma Rodriguez Carlo Melodia Vincenzo Rocco Luimo
 
Manuale della Materia Medica Omeopatica - I volume
e Repertorio comparato dai principali sintomi mentali di Kent

Alma Rodriguez, Carlo Melodia, Vincenzo Rocco






CATEGORIE LIBRI