NeuroTribù. I talenti dell'autismo e il futuro della neurodiversità

 
-15%
NeuroTribù. I talenti dell'autismo e il futuro della neurodiversità  Steve Silberman   Lswr
  • 25,42 invece di € 29,90 Sconto del 15%
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione



torna suDescrizione

Che cos'è l'autismo?
Un devastante disturbo dello sviluppo, una disabilità che dura tutta la vita o una forma di divergenza cognitiva presente in natura e vicina al genio? In realtà è tutto questo e altro ancora: l'autismo è un altro modo di essere umani e il futuro della nostra società dipende dalla percezione che ne abbiamo.

NeuroTribù
è un libro di svolta, oltre che una lettura avvincente, affascinante e magistralmente scritta. Riallacciandosi al suo rivoluzionario articolo The Geek Syndrome (2001) il giornalista di Wired Steve Silberman porta alla luce la storia segreta dell'autismo, a lungo taciuta dagli stessi clinici diventati famosi per averla scoperta. NeuroTribù fornisce risposte puntuali ben documentate alla questione cruciale del perché della recente impennata delle diagnosi sull'autismo. Da generazioni, i genitori delle persone autistiche arrivano da soli all'idea che la cura per gli aspetti più invalidanti dell'autismo non si troverà mai in una pillola, ma in comunità che sostengano le persone. Il libro racconta la storia di queste comunità, la storia dell'autismo e dei suoi studi, ma anche le lunghe lotte per rivendicazione dei diritti, e quella voglia di avere una vita normale dentro una società che finalmente, e con ritardo, ha iniziato ad accettare l'autismo. Perché, come disse lo sceneggiatore di Rain Man Barry Morrow parlando del suo amico autistico che ispirò il film, “non solo le persone come lui hanno bisogno della società, ma la società ha bisogno di loro”. E proprio la storia della nascita del film – che portò la conoscenza dell'autismo nella vita quotidiana della gente comune – è narrata in NeuroTribù. Così accanto alle ricerche di studiosi dell'autismo appaiono nomi come Dustin Hoffman, che tanto si batté per portare sul grande schermo quelle storie dimenticate, e di Barry Levinson, il regista che finalmente decise di lanciare il primo ciak.

Il premio Samuel Jackson
Il libro, bestseller del New Tork Times, ha ottenuto l'ambito premio Samuel Jackson 2015. Ma per raggiungere questo traguardo, Silberman ha dovuto affrontare un percorso molto complesso, fatto anche di sofferenza. E lo racconta lui stesso, a poche ore dalla consegna del premio, con una intervista per The Guardian.

Le recensioni
«Una storia travolgente e penetrante proposta con partecipazione e sensibilità. E' una lettura affascinante che cambierà il vostro modo di pensare all'autismo». Così scrive, nella sua prefazione, Oliver Sack, autore di Un antropologo su marte e risvegli.
«Una lettura fondamentale per chiunque si interessi di psicologia» è invece il commento di Temple Grandis, autore di Pensare in immagini e Il cervello acustico.


INDICE DEL LIBRO
Prefazione di Oliver Sacks
Prefazione all'edizione italiana di Roberto Keller
Introduzione: oltre la sindrome del Geek
1. il mago di clapham common
2. il ragazzo che amava le cannucce verdi
3. quello che suor viktorine sapeva
4. affascinanti particolarità
5. l'invenzione del genitore tossico
6. i principi dell’etere
7. combattere il mostro
8. le linee sfumate della natura
9. l'effetto rain man
10. il vaso di pandora
11. nello spazio autistico
12. costruire l’enterprise: progetti per un mondo neurodiverso
Epilogo: Il Sindaco di Kensington
Ringraziamenti
Note
Indice analitico


NeuroTribù. I talenti dell'autismo e il futuro della neurodiversità  Steve Silberman   Lswr
 
NeuroTribù. I talenti dell'autismo e il futuro della neurodiversità

Steve Silberman



torna suPrefazione di Oliver Sacks

Ho conosciuto Steve Silberman nel 2001. Era un giovane giornalista che doveva scrivere un pezzo su di me, prima della pubblicazione della mia autobiografia Zio Tungsteno. Si guadagnò rapidamente la mia fiducia. Avrei passato tante ore a parlare con lui, andando insieme a Londra, dove sono cresciuto, e presentandolo a tanti amici e colleghi. Steve scavava sempre più a fondo e le sue domande si facevano sempre più penetranti, mentre rifletteva sulle cose e le collegava tra loro.

In quel periodo cominciò a interessarsi alla dilagante “epidemia” di autismo e sindrome di Asperger. Affascinato da quanto avevo scritto su Temple Grandin e sull'artista savant Stephen Wiltshire in Un antropologo su Marte, iniziò a parlare con ricercatori, medici e terapisti, genitori di bambini autistici e, cosa fondamentale, direttamente con le persone autistiche. Nessun altro, che io sappia, ha dedicato altrettanto tempo semplicemente ad ascoltare, per provare a capire cosa voglia dire essere autistici. Il suo istinto e la sua capacità di giornalista lo portarono a condurre una mole enorme di ricerche,
grazie alle quali riuscì a far luce, come nessuno prima di lui, sulla storia di Leo Kanner e Hans Asperger, delle loro cliniche e di chi è venuto dopo di loro. Steve ha descritto la straordinaria evoluzione degli atteggiamenti nei confronti dell'autismo e dell’Asperger negli ultimi decenni.

NeuroTribù è la storia travolgente e penetrante di tutto questo, proposta con rara partecipazione e sensibilità. È una lettura affascinante, che cambierà il vostro modo di pensare all’autismo. Per chiunque si interessi all'autismo e ai meccanismi del cervello umano, il suo posto nella libreria è accanto alle opere di Temple Grandin e Clara Claiborne Park.


NeuroTribù. I talenti dell'autismo e il futuro della neurodiversità  Steve Silberman   Lswr
 
NeuroTribù. I talenti dell'autismo e il futuro della neurodiversità

Steve Silberman



torna suPrefazione di Roberto Keller

Avvicinarsi al mondo dell'autismo richiede di aprire la mente a un'esperienza esistenziale completamente nuova. Dove troviamo, da un lato, aspetti di sofferenza, che coinvolgono anche e profondamente i famigliari, ma anche aspetti di eccellente creatività e talento prezioso. Sarebbe infatti più corretto parlare di autismi, tante e diverse sono le forme con cui si manifesta questa condizione umana, da situazioni con associata disabilità intellettiva e disturbi del linguaggio a forme con funzionamento intellettivo anche molto elevato (sindrome di Asperger), ma con presenza di difficoltà nella relazione, interazione e comunicazione sociale.

L'importante, per chi vuole avvicinarsi a questo modo di essere-nel-mondo, è incontrare le persone autistiche senza pregiudizio, senza il desiderio di etichettarle e, soprattutto, “normalizzarle”. Questo libro fornisce un contributo molto valido a chi vuole comprendere le molte sfaccettature di questo modo meno comune di esistere, di cogliere l'informazione dal mondo e con questo comunicare.

Ci porta a conoscere gli aspetti meno noti della storia dell'autismo e delle persone che se ne sono occupate. Ci fa comprendere come un approccio errato e pseudoscientifico possa portare a danni importanti per le persone autistiche e le loro famiglie. Consiglia quindi molta cautela a chi vuole interagire con queste persone pensando di avere in tasca il metodo infallibile per cambiare le situazioni.

E' un libro che ci invita ad andare al di là delle categorie diagnostiche e a cercare invece con le persone che si mostrano autistiche, e le loro famiglie, un profondo e autentico contatto interumano, per vedere quanto di prezioso portano nel mondo.


NeuroTribù. I talenti dell'autismo e il futuro della neurodiversità  Steve Silberman   Lswr
 
NeuroTribù. I talenti dell'autismo e il futuro della neurodiversità

Steve Silberman






CATEGORIE LIBRI