Depurate il grasso interno

Salvate cervello e intestino in 4 settimane

 
Novità
-15%
Depurate il grasso interno  Michel Brack Arnaud Cocaul  L'Età dell'Acquario Edizioni
  • 14,03 invece di € 16,50 Sconto del 15%
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione



torna suDescrizione

Eliminare il grasso viscerale dal nostro corpo è la chiave per un organismo in salute. Un metodo in 4 settimane per ripulirlo e riequilibrarlo.

Il grasso interno addominale o grasso viscerale è il tessuto adiposo profondo del nostro organismo.

Ormai considerato dai ricercatori un organo a tutti gli effetti, assorbe e immagazzina l'energia degli alimenti, e anche le sostanze inquinanti, proteggendo l'organismo.

Una funzione fondamentale che nasconde, però, un lato oscuro: anche il grasso interno può ammalarsi e ordinare azioni deleterie ai batteri intestinali (il preziosissimo microbiota, l'altro protagonista del benessere della nostra pancia), producendo ormoni finalizzati alla sua espansione e alterando le comunicazioni con il cervello.

Le conseguenze possono essere le più diverse, da repentini aumenti di peso all'obesità cronica, fino alla formazione di condizioni favorevoli all'insorgere di malattie anche molto gravi, come il cancro, la sclerosi multipla o l'Alzheimer.

È quindi necessario aiutare il grasso viscerale a lavorare nel modo migliore, eliminare le sostanze nocive e rivitalizzare la flora batterica, sempre più impoverita dal nostro odierno stile di vita.

Come eliminare allora il grasso interno? Con un programma di quattro settimane per prendersi cura della propria pancia grazie a consigli ed esercizi semplici ed efficaci di Michel Brack e Arnaud Cocaul.

Grassi buoni e grassi cattivi

Importante, da ricordare:
– Il nostro corpo non produce grasso, ma grassi.
– Non tutti i grassi sono nocivi, anzi.
– Il grasso costituito da grasso bianco è quello più abbondante e viene chiamato tessuto adiposo bianco.
– Il grasso costituito da grasso bruno è più benefico per la nostra salute ed è chiamato tessuto adiposo bruno.

Il grasso è la storia di tutta la nostra vita.

Il grasso dei nostri primi anni, quando eravamo neonati, non è il grasso che mostriamo in età adulta. Il tessuto adiposo bruno è predominante nei primi anni di vita, mentre diminuisce dopo l'infanzia ma sussiste, senza mai sparire. Lo ritroviamo, in età adulta, sotto forma di isolotti, situati in prossimità del collo, delle clavicole, nelle ascelle e nella regione mediastinica (il torace).


Depurate il grasso interno  Michel Brack Arnaud Cocaul  L'Età dell'Acquario Edizioni
 
Depurate il grasso interno
Salvate cervello e intestino in 4 settimane

Michel Brack, Arnaud Cocaul



torna suIndice del libro

Prefazione
Introduzione
L'adipocitoma, il nuovo arrivato della nostra anatomia
Grazie, grasso...
Il grasso cattivo, flagello dei tempi moderni
Nel regno del grasso, il bruno non conta per nessuno
Bianchi, bruni, una storia di beige?
i bianchi, un ruolo di primo piano nella regolazione del peso,
i bruni, un equipaggiamento estremamente funzionale,
Beige: la strada promettente dell'imbrunimento,
L'elogio del brivido,
L'organo adipocitario: miliardi di cellule iperattive!,
La mia piccola impresa,
L'organo adipocitario: un organo ormonale,
La leptina, ormone della magrezza,
calcolate il vostro livello di resistenza alla leptina,
L'organo adipocitario: un organo connesso,
Lo stress non dovrebbe far dimagrire?,
L'aspiratore di sostanze inquinanti,
L'infiammazione dell'addome,
Un'infiammazione poco rumorosa ma dai molteplici effetti,
Siete mela o pera?,
il rischio dipende dalla localizzazione...
con la menopausa, le pere si trasformano in mele...
un rischio che va ben oltre le malattie cardiovascolari,
Siete grassi o paffuti?
che cos'è il peso ideale?
La dittatura dell'imc
Si può essere grassi e in buona salute
Appartenete a un profilo a rischio?
il diagramma Brack-cocaul
Saper distinguere i grassi buoni da quelli cattivi
come esplorare l'organo adipocitario?
La DeXA, Dual energy X-ray Absorptiometry (Densitometria a raggi X)
La tAc e la risonanza magnetica (rmn)
L'impedenza bioelettrica (impedenziometria)
Le bilance impedenziometriche
i dosaggi ormonali
Il bilancio biologico dell'infiammazione,
Il microbioma, un mondo nel nostro mondo
Il microbioma, da flora a fauna,
il microbioma intestinale, un organo a sé stante,
A ciascuno il suo microbiota
il nostro microbiota in pericolo
un mini-mondo super connesso
La donna che sussurra ai batteri
un mini-popolo iperattivo
il microbiota si occupa dei nostri adipociti
Akkermansia muciniphila: il professionista dell'«home staging»
Batteri che parlano al cervello
Decodifica dei batteri
come esplorare il microbioma?
La pancia, culla delle nostre malattie
Adipociti, microbiota e peso: tutto sulla pancia
Stop ai luoghi comuni!
i batteri del nostro microbioma sono troppo stressati
Ai nostri batteri piacciono anche gli antiossidanti
La cassa di risparmio dello scoiattolo
pronto, adipocitoma? parla il microbioma
un microbiota sotto la soglia di povertà
pancia e malattie addominali
pancia e sonno: dormi e dimentica la fame,
pancia e cervello: parla alla mia pancia, la testa non ti ascolta
pancia e allergie
pancia e sistema immunitario
pancia e tumori
Dimmi il tuo microbiota e ti dirò chi sei...
il microbioma, responsabile di tutti i mali?
il ruolo del microbioma intestinale nell'asma
il ruolo del microbioma nel controllo del diabete
microbiota, adipociti e stress ossidativo
Profili del microbiota e patologie
Come prendersi cura della propria pancia
Dal pianeta terra al pianeta corpo
il nostro intestino è la barriera corallina
Le 4 regole,
regola n. 1: nutrire bene la propria pancia,
regola n. 2: un po' di esercizio per la pancia,
regola n. 3: parlare con la pancia,
regola n. 4: curare la pancia quando è malata, prendersi cura del proprio adipocitoma,
prendersi cura del proprio microbioma,
il futuro: il trapianto fecale e la nutrigenomica,
La nutrigenomica,
Il vostro programma: 4 settimane per curare la pancia
i principi generali,
Settimana 1: focus sull'addome,
Settimana 2: nutro la mia pancia
1. All'arrembaggio contro i pesticidi e gli altri inquinanti!,
2. intraprendo una lotta senza quartiere contro lo stress ossidativo con una cura di antiossidanti
3. Integro la mia alimentazione con alimenti ricchi di fibre
4. utilizzo le piante aromatiche e le spezie
5. mi prendo il mio tempo per mangiare
6. preparo i miei sensi per una buona digestione
7. Se sono resistente alla leptina, riduco la mia resistenza seguendo questi dieci consigli
8. preparo i miei cestini virtuali con i quali progetterò i miei menù
esempi di menù per la settimana
Settimana 3: la pancia s'infila le scarpe da ginnastica,
Settimana 4: obiettivo zen,
consiglio n. 1: fare di tutto per un sonno di qualità,
consiglio n. 2: gestisco lo stress,
consiglio n. 3: il tempo della pigrizia,
Conclusioni
Glossario
Ringraziamenti
Bibliografia


Depurate il grasso interno  Michel Brack Arnaud Cocaul  L'Età dell'Acquario Edizioni
 
Depurate il grasso interno
Salvate cervello e intestino in 4 settimane

Michel Brack, Arnaud Cocaul



torna suIntroduzione

Conoscevamo già il fegato, i reni, il cuore e il cervello, organi ben circoscritti, e altri più estesi come la pelle, organo barriera, e il sangue, organo liquido. Negli ultimi anni abbiamo scoperto dei piccoli nuovi arrivati che non mancano di originalità.

Il primo, il microbiota, gode ultimamente di un grande successo scientifico e mediatico. Esso costituisce un mondo a sé stante, un pianeta popolato da 100.000 miliardi di abitanti microscopici, un popolo di esseri viventi ultra-ridotti dai nomi «orecchiabili» di Firmicutes, Bacteroidetes e Attinomiceti. Tutto questo piccolo mondo forma il microbiota, con il quale ci scambiamo intelligentemente favori reciproci, e che gioca, tra l'altro, un ruolo fondamentale nello smaltimento dei nostri alimenti. Scombussolati dal cibo spazzatura e dall'inquinamento, questi batteri, originariamente benefici, contribuiscono, ahinoi, allo sviluppo delle nostre rotondità esterne e interne e hanno delle ripercussioni sulla nostra salute.

È qui che interviene un piccolo nuovo arrivato: l'organo adipocitario! Finora chiamato ingiustamente «tessuto adiposo», esso è in realtà molto ricco e complesso. Si tratta di un vero e proprio organo, composto da miliardi di cellule molto attive, capaci, tra l'altro, di moltiplicare il loro volume per un fattore di 50. Anch'esso è oggetto di migliaia di pubblicazioni scientifiche in tutto il mondo e stravolge il nostro modo di intendere numerose malattie, in primo luogo i problemi di sovrappeso e obesità. Ma non solo. Chi dice organo dice cellule, vasi sanguigni e fasci nervosi. Chi dice organo dice malattie potenziali.

Spesso ci ammaliamo perché uno dei nostri organi è malato. L'epatite è una malattia del fegato, l'insufficienza renale una malattia dei reni, l'Alzheimer una malattia del cervello. Queste patologie organiche hanno tutte degli effetti sul corpo nella sua totalità. Un organo malato ha delle ripercussioni su altri organi, nonché su numerose funzioni ed equilibri del nostro organismo.

Anche l'organo adipocitario (il grasso) può ammalarsi. Non è tanto il fatto di avere del grasso a essere nefasto per la salute, quanto la presenza di grasso malato, in particolare nella parte più bassa del ventre. Gli studi scientifici più recenti mostrano quanto possano danneggiare la salute le malattie di questo nuovo organo. A causa della sua sofferenza, esso detta il suo modo di vedere le cose al cervello, il quale, in preda alla confusione, ci invia a sua volta informazioni sbagliate sul nostro modo di alimentarci. La malattia lo porta a ordinare azioni deleterie ai batteri intestinali e a produrre i suoi ormoni per fini del tutto personali, vale a dire la sua sopravvivenza ed espansione. Intossicato, esso crea un'infiammazione sorda e insidiosa che prepara il terreno a numerose patologie, dal diabete al cancro, passando per le malattie reumatiche e alcuni disturbi psichiatrici.

Oggi corpo e organi sono esaminati con microscopi elettronici a effetto tunnel. Nell'epoca delle nanotecnologie e delle cellule staminali, che annunciano la medicina rigenerativa e l'«uomo aumentato», si pensava di aver chiuso il catalogo ben documentato degli organi della nostra anatomia, ma le cose non stanno affatto così. Con l'organo adipocitario e il microbiota, essa è passata da 76 a 78 organi.

Nonostante la loro notorietà sia già assicurata, essi non hanno ancora un nome, dunque, approfittando di questo libro, li battezziamo adipocitoma e microbioma intestinale.

Intendiamo qui come definizione del microbioma il concetto esteso all'ambiente del microbiota. Il microbiota è l'insieme dei batteri contenuti nel nostro corpo, il microbioma è l'organo che comprende e ospita l'insieme di questi batteri, in altre parole, l'habitat e i suoi abitanti. Allo stesso modo, l'adipocitoma non è solo l'insieme degli adipociti dei tessuti adiposi, ma l'organo che li ospita.


Depurate il grasso interno  Michel Brack Arnaud Cocaul  L'Età dell'Acquario Edizioni
 
Depurate il grasso interno
Salvate cervello e intestino in 4 settimane

Michel Brack, Arnaud Cocaul



torna suPrefazione Dott. Michel Brack, Dott. Arnaud Cocaul

Piatta, a tartaruga, molliccia o spudoratamente traboccante, la nostra pancia è oggetto di tutte le attenzioni. E lo è a ragion veduta perché, a quanto pare, molti dei nostri mali nascono proprio dalla pancia, dai disturbi lievi alle malattie più gravi, come la poliartrite reumatoide, la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson e persino l'Alzheimer e l'autismo.

Dopo aver rivelato l'importanza del microbiota (la flora digestiva che popola l'intestino) per la nostra salute, i ricercatori hanno recentemente scoperto un altro colpevole, un nuovo organo collegato direttamente al cervello: il tessuto adiposo periviscerale, anch'esso pieno di neuroni, ma al tempo stesso aspiratore di sostanze nocive e tossiche. E tutti possono essere colpiti, le persone in sovrappeso e quelle magre, perché si tratta di un grasso interno.

Ora, il tessuto adiposo periviscerale (il grasso interno addominale) e il microbiota dialogano sia tra di loro che con il cervello, operando giorno e notte, producendo ormoni, inviando segnali al cervello e occupandosi del nostro sistema immunitario, mentre l'intestino smista il cibo meticolosamente.

Di norma, il cervello è in grado di adeguare l'apporto di cibo alle reali esigenze del nostro organismo ma, nell'ambiente inquinato in cui viviamo, alcune microparticelle e altri pesticidi penetrano nel nostro tessuto adiposo che li immagazzina – il grasso assorbe tutto! – e li comunica al microbiota e alla sua popolazione batterica. Questo tessuto adiposo si trasforma fino a modificare i nostri gusti e il nostro comportamento alimentare, inviando messaggi contraddittori al cervello. La conseguenza è che il nostro appetito può aumentare, anche se siamo sazi, e le nostre scelte alimentari possono portarsi sul dolce, il grasso o il salato... in funzione dei desiderata dei nostri batteri.

Dott. Michel Brack, specialista in medicina della prevenzione, fondatore dell'Oxidative Stress College
Dott. Arnaud Cocaul, medico nutrizionista, coautore dell'applicazione per la salute KcalMe


Depurate il grasso interno  Michel Brack Arnaud Cocaul  L'Età dell'Acquario Edizioni
 
Depurate il grasso interno
Salvate cervello e intestino in 4 settimane

Michel Brack, Arnaud Cocaul






CATEGORIE LIBRI


I clienti che hanno scelto questo prodotto hanno acquistato anche...