Come prevenire Alzheimer e Parkinson

Sapere tutto e applicarlo nella vita quotidiana è la migliore strategia per evitare queste malattie o per farle regredire quando cominciano a manifestarsi

 
Novità
Come prevenire Alzheimer e Parkinson  Henry Joyeux Dominique Vialard  Nuova Ipsa Editore
  • 20,00
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione



torna suDescrizione

- Sapete quante persone ogni giorno si ammalano delle malattie di Alzheimer o di Parkinson e cosa ci aspetta nel futuro?
- Sapete che queste malattie sono molto raramente di origine genetica?
- Sapete che il primo sintomo di Alzheimer non è la perdita di memoria?
- Conoscete uno dei primi segni del Parkinson, oltre il tremore?
- Sapete quanti nuovi neuroni potete fabbricare ogni giorno?
- Conoscete le relazioni fra la vostra alimentazione e la salute del vostro cervello?
- Sapete che il glaucoma è precorritore di malattie neurodegenerative?
- Conoscete la relazione diretta fra la vostra igiene orale, gli amalgami dentari e il rischio di sviluppare una demenza?
- Sapete che il solo fatto di praticare ogni giorno un po’ di esercizio fisico riduce del 50% il vostro rischio di Alzheimer o di Parkinson?
- Sapete che il colesterolo protegge dalla demenza?
- Conoscete una dieta alimentare semplice e gradevole che vi consenta di ridurre i rischi del 50%?


INDICE DEL LIBRO
Introduzione
Cosa preferite, Alzheimer o Parkinson? Possiamo aiutarvi!
Vedere e comprendere liberamente, al riparo dalle lobby della salute
Perché gli specialisti non hanno già la soluzione?
Un libro «fuori norma»
Imparare a prevenire: un dovere medico, un cammino naturale
La risposta non è medica, è in questo libro
Malattie diffuse, soluzioni individuali
1. Cifre spaventose, da affrontare con sangue freddo
Una realtà implacabile
Parkinson, sono gli uomini i più colpiti
Delle malattie dei ricchi, che non risparmiano i più potenti
Un business e problemi etici molto seri
Prima di tutto un business
A proposito della morte, dei problemi etici: qual è il valore di un essere umano?
Liberarsi dalla paura: sì, è possibile sconfiggere Alzheimer e Parkinson
La paura può portare al suicidio: da 3 a 4 volte di più nelle persone anziane
L'industria farmaceutica, un marketing terribilmente efficace
2. Breve storia del Parkinson e dell'Alzheimer
Basi mediche lontane
Parkinson
Alzheimer
Primi farmaci, esplosione di diagnosi…
Una demenza può nasconderne un'altra
La malattia di Pick, chiamata «demenza fronto-temporale»
La malattia a corpi di Lewy o demenza a corpi di Lewy
I pericoli della «supermedicalizzazione» dell'invecchiamento
3. Io, il vostro cervello
Eccomi dunque, io, il vostro cervello, il decisore, il contemplativo, il sognatore, l'attivatore dei vostri gesti, il ricettacolo dei vostri sensi
Io sono unico
Le mie cellule, la loro organizzazione, la loro mobilità e ciò che esse producono
Neuroni
Cellule gliali
Astrociti
Sinapsi
La mobilità dei miei neuroni e il ruolo negativo del calcio in eccesso
Fortunatamente, 700 nuovi neuroni al giorno! Chi fa meglio?
Io agisco e mi ritrovo un po' nel vostro cuore, nel vostro intestino, in ciascuna delle vostre cellule…
Meravigliosa architettura vivente
Come io, il vostro cervello, sono organizzato per la vostra salute?
Io, il vostro cervello, sono costituito da tre parti essenziali in contiguità e continuità dall'alto in basso: l'encefalo, il cervelletto, il tronco cerebrale.
L'encefalo
Non dimenticate i miei 6 assistenti vitali: i nuclei grigi
Il mio gioiello… l'ipofisi
Quindi sono «il capo», senza di me non potete vivere a lungo…
4. La memoria nel vostro ippocampo… Può essere rafforzata a qualunque età!
L'ippocampo, il boss della vostra memoria
Dov'è l'ippocampo e qual è la sua forma?
La proteina REST che proteggerebbe dalla degenerazione
I suoi neuroni si rigenerano al ritmo di almeno 700 al giorno!
L'ippocampo non funziona da solo, fa parte del sistema detto «limbico»
Connessioni molto potenti, tri-sinaptiche o anche dirette
Il luogo di immagazzinamento della memoria
Stato delle conoscenze attuali
Come si costruisce la vostra memoria
Ehi, sono ancora io, il vostro cervello… Conoscete i miei neuromediatori?
La dopamina
La noradrenalina
L'acetilcolina
La serotonina
Il glutammato
Il Gaba o acido gamma-amminobutirrico
I peptidi oppioidi: endorfine, encefaline e dimorfine
L'adenosina
L'istamina
Sono necessari almeno due enzimi per il funzionamento dei nostri neuromediatori
Lo sfruttamento degli anti-enzimi nell'agricoltura intensiva per bloccare l'acetilcolina e dunque il sistema nervoso
Le ossessioni mnemoniche che possono determinare la nostra vita…
Stimolare la memoria per ampliarla, significa coltivare la mente
Le conseguenze nefaste dell'ipo-ossigenazione
Le conseguenze nefaste dell'iper-ossigenazione
L'attività fisica: un mezzo semplice per dimezzare i rischi
Respirare a pieni polmoni, cantare a squarciagola
E se cantassimo? Il nostro cervello è musicista
Stimolare il gusto e l'olfatto: la prevenzione del futuro!
Dalla «memoria» alle «memorie»: il ruolo dell'olfatto
La «piramide olfattiva»
La «Stimolazione Timo Olfattiva e Gustativa» (TOS)
Fare lavorare le proprie meningi, da soli e se possibile in gruppo
Conservare gli affetti, il senso della famiglia… e la spiritualità
La spiritualità e la meditazione sono risorse per la salute
La libertà o le «restrizioni neuronali»
5. Le parti del corpo colpite nell'Alzheimer, nel Parkinson e in altre demenze
A livello del sistema nervoso centrale, volontario
Malattia d'Alzheimer
Le placche amiloidi caratteristiche, dette «senili»
Le lesioni neuro-fibrillari
Il ruolo negativo dell'eccesso di calcio
Malattia di Parkinson
È colpito anche il sistema nervoso vegetativo, involontario
I neuroni dell'apparato digerente (sistema nervoso enterico): l'importanza del nervo vago
Un enzima killer di neuroni nell'LCR
Anche i neuroni dell'apparato cardiovascolare si deteriorano
I neuroni dei vasi della pelle e delle ghiandole sudoripare
I neuroni della polpa dentaria riducono la sensibilità
Nelle altre demenze fronto-temporali
La malattia a corpi di Lewy
La malattia dei corpi di Pick
6. Le cause dell'Alzheimer e del Parkinson
La genetica molto raramente in causa
La genetica dell'Alzheimer
La genetica del Parkinson
Sulle cause infiammatorie e traumatiche
Nell'Alzheimer
Nel Parkinson
Disfunzioni metaboliche
Traumi ripetuti alla testa
Inquinanti chimici
Dal cervello delle api… al cervello umano
Batteri, prioni o proteine infettive
Tossici invisibili, malefici nella vita quotidiana
Spiegazioni biochimiche con gli stress nitrosattivi o ossidanti (per gli specialisti)
I metalli pesanti e gli amalgami dentari
Il loro metabolismo
Le fonti di metalli pesanti nella vita quotidiana
Il rame (Cu)
Il mercurio (Hg)
Il piombo (Pb)
L'alluminio (Al)
Il cromo e il nickel
L'arsenico
L'importanza della sudorazione per eliminare i metalli pesanti
Gli effetti neurotossici del tabacco
La canna nuoce gravemente alla memoria
Le abitudini alimentari che deteriorano la salute
L'eccessivo consumo calorico all'origine dell'obesità
L'alimentazione costituita da prodotti animali in eccesso
Le conserve e i modi di conservazione, i falsi nutrienti
La percentuale di metionina nelle proteine
Il glutammato in tutte le salse: un sospetto reale (di avvelenamento generale)
Il latte di mucca è per il vitello…
A proposito del pane e del glutine in particolare
Gli effetti neurotossici dell'alcol
La sovramedicalizzazione
Il ruolo delle benzodiazepine
Il ruolo degli anticolinergici
Le «patologie da divano»
Sovrappeso, obesità e diabete
Il diabete di tipo 3… è l'Alzheimer!
Il colesterolo cattivo in eccesso: LDL
Le nuove tecnologie: disconnessione dalla realtà e dipendenza
Le cause delle demenze temporo-frontali, malattia a corpi di Pick o a corpi di Lewy
7. La diagnosi di certezza dell'Alzheimer o del Parkinson
Altre disparità sociali e territoriali
Degenerazione dei neuroni nei due casi
Screening attraverso esame del sangue: un sogno che può diventare realtà
Marcatori diretti e precoci?
L'Alzheimer per tutti?
I segni specifici dell'Alzheimer sono…
Il Parkinson, una malattia silenziosa
I segni clinici funzionali cerebrali d'allarme
I segni specifici del Parkinson sono tre
Due malattie, un denominatore comune
Gli esami diagnostici
Per l'Alzheimer
L'MMSE: un test obsoleto
Biomarcatori precoci nell'LCR?
La diagnosi strumentale: la RM per la ricerca dell'atrofia dell'ippocampo
Per il Parkinson, la specificità del Datscan
Alzheimer o Parkinson: prima di tutto ricercare le perdite del gusto e dell'olfatto
Uno screening precoce in un grande numero di persone
La degenerazione dell'olfatto può cominciare in età media e la soglia di rilevamento differisce per MA e MP
Un mezzo per identificare la malattia molto prima che si manifesti la demenza
8. Gli stadi dell'Alzheimer e del Parkinson
I 7 stadi dell'Alzheimer
Stadio 1: nessun deficit
Stadio 2: deficit cognitivo molto leggero
Stadio 3: deficit cognitivo lieve
Stadio 4: deficit cognitivo moderato
Stadio 5: deficit cognitivo moderatamente grave
Stadio 6: deficit cognitivo grave
Stadio 7: deficit cognitivo molto grave
I 5 stadi del Parkinson
I sintomi clinici delle demenze fronto-temporali
9. «L'alimentazione 4 M»: Mediterranea per Mangiare Meno e Meglio
I 7 pilastri dell'«alimentazione 4 M»
1. L'olio d'oliva
2. Il vino (di qualità)
3. I prodotti del mare
4. I frutti, compresi gli agrumi e le verdure di stagione
5. I formaggi di capra e di pecora
6. Gli oleaginosi
7. Il sole…
Prove e ancora prove!
Altre risorse alimentari
Il caffè non obbligatorio (se piace e lo si tollera)
Il cioccolato nero concentrato di cacao
Un motivo in più per rifornirsi di verdure: l'acido folico (vitamina B9) nelle persone anziane riduce anche i rischi di AVC
Digiunare periodicamente è una sana abitudine per la vostra salute
10. I baluardi antiossidanti-antinvecchiamento… e anticancro!
Lo stress ossidativo spiana la strada alle degenerazioni
Origine dell'invecchiamento accelerato
Oltre al nostro sistema immunitario, abbiamo anche delle difese antiossidanti naturali, ma…
La nostra sorgente interna di glutatione si prosciuga dopo la cinquantina
I marker dello stress ossidativo nell'Alzheimer e nel Parkinson
Il baluardo sconosciuto «glutatione-SOD-vitamine»
Ciò che nessuno fa, ciò che tutti dovrebbero fare…
In pratica, quale micro-nutrizione?
Non dimentichiamo la vitamina D: soprattutto dal sole, e un'integrazione?
Il baluardo dei grassi buoni: dagli omega 3 agli acidi grassi a catena media
Gli acidi grassi omega 3, e non solo pesci
L'olio di perilla: contiene una percentuale record di omega 3 e ha proprietà preventive
Gli acidi grassi saturi vegetali e quelli a catena media
L'olio d'oliva, concentrato di polifenoli
L'olio di cocco
L'olio di Galba
Una foresta di pini come ultimo baluardo o l'ossigenoterapia
11. Le terapie attuali e future
Le terapie standard
Contro la malattia d'Alzheimer
I farmaci attualmente proposti dagli specialisti
I farmaci per limitare le cause hanno 4 obiettivi complementari:
Fattori neurotrofici
Contro la malattia di Parkinson
Aspettando Godot…
Verso il trapianto di neuroni: una prima speranza
Rimedi naturali con le piante per rallentare le malattie, o respingerle
Per l'Alzheimer
Il tè verde e il caffè
I mirtilli
La fragola
La mela
L'olivello spinoso
Le noci
Il melograno e il suo totum concentrato di polifenoli
Le foglie di olivo
Le spezie: curcuma, zafferrano
La curcumina (e la curcuma intera!)
Lo zafferano
L'uperzina A
Complementi bio-sintetici
L'acetil-L-carnitina
La fosfatidilserina
Altre piante, comprese le esotiche
Il rosmarino
Il ginkgo
Il guaranà
Il bucaneve
La cannabis
La bacopa
La rodiola
Per il Parkinson
Una fitoterapia interessante
La mucuna
L'estratto di papaya fermentata
L'olio «completo» di perilla
La coridale
Complementi biosintetici
Il coenzima Q10 (e l'ubichinolo, la forma ridotta)
Il NADH
La tirosina
Qualche voluta di fumo…
La nicotina
La cannabis
Terapie naturali da non trascurare
L'eliminazione dei metalli pesanti con la chelazione
La tecnica di sudorazione: sull'importanza di traspirare
La danza-terapia: l'esempio del tango e del Parkinson
A proposito di dieta «chetogena»… una proposta discutibile
I più recenti orientamenti medici
«Accarezzare» i neuroni… di luce
12. Invecchiare, in quali condizioni?
I marcatori da sorvegliare
1. Il «palato dei sapori»: producete saliva e masticate per il vostro bene
2. La vostra pelle: idratatela, nutritela affinché sia soda e liscia al tatto
3. La struttura ossea e muscolare: esercitare braccia, gambe e schiena per rimanere saldi
4. La pressione: né troppo bassa, né troppo alta
5. I 4 sensi da conservare: vista, udito, gusto, olfatto… Queste percezioni costruiscono la vostra memoria
Acuità visiva: non velatevi il volto
A proposito della cataratta, soprattutto a partire dai 65 anni…
La DMLA (degenerazione maculare legata all'età)
Il glaucoma, annunciatore?
Anche il gerontoxon e lo xantelasma sono cattivi segni
Acuità uditiva: non fate orecchie da mercante
Gli acufeni
Tre cause più o meno conosciute di acufeni
1. I traumi psicologici e lo stress
2. I farmaci detti «ototossici»
La sordità progressiva
Acuità gustativa: una vita senza sapore danneggia la memoria…
Acuità olfattiva: non aspettate che degeneri
6. Le difese immunitarie: non sopprimete la vostra immunità, neanche mentalmente
7. La qualità del vostro sonno: cacciate fuori dal letto i sonniferi, lasciate che venga Morfeo…
Attenzione all'apnea notturna
A proposito dei sogni
7 indicatori da sorvegliare come il latte sul fuoco,
7 controlli da fare come per il tagliando della vostra auto…
Centenari, la testa sulle spalle, i piedi nelle scarpe!
Postfazione. Amando la vita


Come prevenire Alzheimer e Parkinson  Henry Joyeux Dominique Vialard  Nuova Ipsa Editore
 
Come prevenire Alzheimer e Parkinson
Sapere tutto e applicarlo nella vita quotidiana è la migliore strategia per evitare queste malattie o per farle regredire quando cominciano a manifestarsi

Henry Joyeux, Dominique Vialard






CATEGORIE LIBRI