Repertorio Clinico dei Principali Nuclei dei Rimedi Omeopatici

 
  • 3,58 invece di € 6,50 Sconto del 45%
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione



torna suDescrizione

È risaputo quanto sia talvolta difficile orientarsi tra i numerosissimi rimedi che, specie nelle rubriche più comuni, vengono elencati nei Repertori moderni, più completi, ma proprio per questo anche più voluminosi e ricchi di dati.

È altrettanto risaputo quanto i vecchi Maestri di Omeopatia fossero abilissimi nell’identificare il simillimum partendo da uno o pochi sintomi che alla fine rappresentano il "Genio" del rimedio o il "Nucleo più profondo" del paziente.

L'obiettivo di questo lavoro di Boger, un noto Maestro del secolo scorso, era proprio quello di poter disporre di un Repertorio Clinico molto sintetico che raggruppasse i nuclei clinici organici essenziali dei principali rimedi omeopatici.

Uno strumento come questo, come è stato di grande ausilio per Boger e per molti altri Omeopati, potrebbe diventare un prezioso consigliere anche per noi.


Repertorio Clinico dei Principali Nuclei dei Rimedi Omeopatici  Cyrus Maxwell Boger   Salus Infirmorum
 
Repertorio Clinico dei Principali Nuclei dei Rimedi Omeopatici

Cyrus Maxwell Boger



torna suNota Editore Italiano

È risaputo quanto sia talvolta difficile orientarsi tra i numerosissimi rimedi che, specie nelle rubriche più comuni, vengono elencati nei Repertori moderni, più completi, ma proprio per questo anche più voluminosi e ricchi di dati. È altrettanto risaputo quanto i vecchi Maestri di Omeopatia fossero abilissimi nell’identificare il simillimum partendo da uno o pochi sintomi che alla fine rappresentavano il “Genio” del rimedio o il “Nucleo più profondo” del paziente.
L’obiettivo di questo lavoro di Boger, un noto Maestro dei primi lustri del XX secolo, era proprio quello di poter disporre di un Repertorio Clinico molto sintetico che raggruppasse i nuclei clinici organici essenziali dei principali rimedi omeopatici.
Uno strumento come questo, come è stato di grande ausilio per Boger e per molti altri Omeopati, potrebbe diventare un prezioso consigliere anche per noi.
Ricordo però che questo Repertorio potrebbe creare in qualche punto alcune comprensibili perplessità in coloro che non sono ancora entrati completamente nello “spirito” dell’Omeopatia, perché l’Autore fa delle associazioni che potrebbero lasciare dei dubbi in un “normale” medico moderno. Ad esempio, associa:
- l’Ateroma alla stessa rubrica dei Calcoli;
- la Sensazione di qualcosa di vivo alla Sensazione di formicolio,
- la Sensazione di compressione ai Crampi, ecc. Tutto ciò non è assolutamente frutto di errore o di imprecisione imputabile eventualmente alle scarse conoscenze mediche del tempo, ma sé perfettamente giustificato dal fatto che l’Omeopatia non va basata sulla uguaglianza ma sulla similitudine pato-fisiologica. Pertanto, il rimedio omeopatico non va scelto in base alla diagnosi nosologica, ma solo sulla base di uno studio analogico o di similitudine.

Quindi, quando un paziente ci dice direttamente o ci fa capire indirettamente che “si sente sospeso o come pendente”, non importa se questa sensazione può essere giustificata o meno dalle nostre conoscenze mediche, perché noi dobbiamo solamente considerare, come insegnava Hahnemann, quello che “appare ai nostri sensi” e cioè la sensazione del paziente, specialmente se la ritroviamo in tutta la sua storia. Se ciò accade, e se pensiamo che questo stato sia il nucleo delle sensazioni organiche o psichiche del malato (nel senso che si può ad esempio sentire “sospeso”, cioè in una condizione non ben definita, anche in famiglia, al lavoro, ecc.), allora dobbiamo scegliere con decisione uno dei rimedi che Boger sinteticamente indica nella rubrica “Sensazione come se fosse sospeso, pendente”.
Se impariamo questo approccio omeopatico, acquisiremo una grande elasticità mentale che era propria di tutti i Maestri dell’Omeopatia i quali, proprio per questo, riuscivano a curare con pochi rimedi.
Inoltre, come conseguenza di ciò, assisteremo in poco a quei ‘miracoli’ di cui la Scienza Omeopatica è capace.
Questa pubblicazione sembra poca cosa, ma è costata un discreto impiego di tempo non solo per la traduzione, ma anche per controllare ogni abbreviazione dei rimedi citati e per la loro sostituzione, in molti casi, con le nuove nomenclature delle abbreviazioni attualmente in vigore.
Auspichiamo realmente che questo lavoro, il cui merito principale va attribuito al Dr. Robert Séror e alla Dott.ssa Anna Fontebuoni, possa essere di grande aiuto al Lettore non solo per fargli esercitare una ottima Omeopatia, ma anche per aiutarlo a perfezionare la sua ‘mentalità omeopatica’ avvicinandogliela sempre più a quella di Hahnemann e degli altri nostri grandi Maestri.

Dr. Roberto Gava


Repertorio Clinico dei Principali Nuclei dei Rimedi Omeopatici  Cyrus Maxwell Boger   Salus Infirmorum
 
Repertorio Clinico dei Principali Nuclei dei Rimedi Omeopatici

Cyrus Maxwell Boger



allegati  Indice del libro     allegati  Scheda libro     allegati  Nota dell'editore italiano    


Scritto da Mara
Valutazione: 

Imparare l'approccio omeopatico, riuscire a curare con pochi rimedi. Grazie per la traduzione, ma anche per controllare ogni abbreviazione dei rimedi citati e per la loro sostituzione, in molti casi, con le nuove nomenclature delle abbreviazioni attualmente in vigore. Questo lavoro, il cui merito principale va attribuito al Dr. Robert Séror e alla Dott.ssa Anna Fontebuoni, e' di grande aiuto a perfezionare la ‘mentalità omeopatica’





CATEGORIE LIBRI


I clienti che hanno scelto questo prodotto hanno acquistato anche...