Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina

Favorire l'accoglienza del nuovo nato e la relazione tra fratelli

 
Nuova edizione
Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina  Giorgia Cozza   Il Leone Verde
  • 16,00
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione



torna suDescrizione

C'è un bimbo in arrivo! Quando la famiglia cresce, genitori e figli sono chiamati a trovare un nuovo equilibrio. Come aiutare il primogenito ad affrontare il cambiamento con serenità e con gioia? Dopo la nascita, come gestire le esigenze di due o più bimbi di età diversa? E ancora, quali accorgimenti possono aiutare ad affrontare la gelosia?
Benvenuto fratellino Benvenuta sorellina risponde ai dubbi e agli interrogativi dei genitori che vogliono favorire l'intesa tra fratelli negli anni dell'infanzia.

La seconda edizione del bestseller che ha accompagnato migliaia di famiglie (in Italia e all'estero) nell'esperienza dell'attesa e dell'accoglienza del nuovo nato, è ancora più ricca di informazioni e utili suggerimenti pratici. Gli interventi degli esperti – psicologi e pedagogisti – indicano come gestire la situazione se il bambino è in difficoltà (ad esempio in caso di regressione o gelosia intensa). E per le mamme che stanno allattando quando scoprono di essere nuovamente in attesa, le dritte di ginecologi e consulenti in allattamento.

Il volume è arricchito da numerose testimonianze di genitori (di due, tre, quattro, cinque e più figli!), tante voci che confermano il detto semplice ma profondamente vero: "quando arriva un nuovo bimbo, l'amore non si divide, si moltiplica!".

Un libro che si concentra sulla bellezza e la profondità del legame fraterno. Perchè un fratello è un dono. Per la vita.


Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina  Giorgia Cozza   Il Leone Verde
 
Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina
Favorire l'accoglienza del nuovo nato e la relazione tra fratelli

Giorgia Cozza



torna suIndice del libro

Introduzione
Nota alla seconda edizione

I - Un dono per tutta la vita
Fratelli, un dono per pochi?
- Una relazione "maltrattata"
Un amore poco esplorato
Fratelli, tra passato e futuro
Fratelli, custodi di ricordi
Un fratello è per sempre
Le mamme e i papà raccontano

II - Aspetto un fratellino, Aspetto una sorellina
Diventerai fratello maggiore!
Quando dare l'annuncio?
Un annuncio da non rimandare
- Se i genitori preferiscono attendere
C'è una bella notizia...
- Quando arriva il fratellino?
- Momenti speciali, ricordi preziosi
- ...e risposte tutte da ridere!
Insieme verso la nascita
Prepararsi al "dopo"
Coinvolgere il bambino
- Se la famiglia è "allargata"
- Se c'è qualche problema
Le mamme raccontano
Fratelli: comunicare attraverso il pancione
Le emozioni della mamma
Riuscirò ad amarlo come il primo bimbo?
E il primo bimbo?
Ce la farò a far tutto?
Come affrontare dubbi e preoccupazioni
- Preoccupazioni preventive? No grazie
Corso di accompagnamento alla nascita
Le emozioni del papà
Le emozioni del bambino
Futuri fratelli maggiori entusiasti e orgogliosi
Quando c'è un po' di inquietudine
- Il potere dell'ascolto
- Quando sono i grandi a preoccupare i piccoli
- E se il bambino non ne vuol sapere?
Fratelli già prima di nascere
Per i cambiamenti non è il momento giusto
Se la mamma sta allattando
Il latte della mamma in gravidanza
Sensazioni fisiche ed emozioni della mamma
E il nascituro?
A ogni famiglia la sua soluzione
Smettere di allattare: consigli pratici
- Due bisogni da soddisfare
- Allattamento "ridotto"
- Se lo svezzamento non può essere graduale
Continuare ad allattare: consigli pratici
- Una faccenda di famiglia
- Come gestire i commenti altrui?
Poppate nell'attesa: le mamme raccontano
Sorriso di bimbi

III - Mi è nato un fratellino, Mi è nata una sorellina
Organizzarsi per la nascita
- Spiegare la nascita
- È il momento!
Il primo incontro
In ospedale subito dopo la nascita
Al rientro a casa
Mentre la mamma non c'è
- All'asilo per dare la buona notizia
- Le visite in ospedale
- Se il ricovero dura un po' di più
Se il bimbo nasce in casa
- Cosa serve per il parto in casa?
- In Casa di Maternità
Festeggiare con parenti e amici
Sorriso di bimbi

IV - Una mamma e un papà per due
Le emozioni della mamma
- Una doppia dose di amore e tenerezza
- Un puerperio di emozioni forti
- Sensi di colpa, no grazie!
- Se la mamma è in difficoltà
Diventare padre per la seconda volta
Primi tempi: la fatica
- Stanchezza? Parliamone!
Un aiuto in casa
Coccole per chi coccola
Il papà, un ruolo prezioso
I nonni, validi alleati
Mamma e primogenito: qualche momento in esclusiva
Latte per il piccolo, coccole per il maggiore
Latte di mamma per due
Allattamento in tandem: come gestire le poppate?
Le mamme raccontano
- E se la mamma vuole smettere?
Da mamma a mamma
A spasso con due bimbi
Piccino in fascia e fratellino a mano
- Due bimbi in fascia
- Se il grande ha nostalgia...
In bicicletta
Sorriso di bimbi

V - Divento fratello maggiore
Il puerperio della fratellanza
Primi tempi insieme
Chi è il fratellino?
E se gli abbracci sono troppo "impetuosi"?
- Piano e forte
- Liberare le energie
Coinvolgere il primogenito
- Spiegare i bisogni del bebè
- Il piccolo aiutante
Coccole e attenzioni per il fratello maggiore
Fratello maggiore: entrare nel ruolo
- Quando serve un po' di tempo in più
- Anche il bebè fa la sua parte!
Un po' piccolo, un po' grande
I vantaggi dell'essere fratello maggiore
- Insieme al papà
Nonni, zii, parenti e amici
- Quando serve qualche attenzione in più
Dimmi che mi vuoi bene: la gelosia
Cos'è la gelosia
- Una spiegazione antropologica
- Una spiegazione "del cuore"
Emozioni e atteggiamenti contrastanti
Mettersi nei suoi panni
Se ad essere geloso è il secondogenito
Non solo gelosia
Un bimbo ancora più forte e sicuro di sé
Rassicurare il bambino
Quello che non funziona
- Amore: ce n'è per tutti
Come gestire i "capricci"
Come gestire l'ostilità
- Se il maggiore fa male al piccolo
- Quando capita una giornata "no"
- Quando il fratellino non c'entra
- Quando si ha paura di "sbagliare tutto"
Le mamme raccontano
Se il bambino "torna indietro"
- Se il problema è il linguaggio
Se il bambino torna a farsi la pipì addosso
Se compaiono disturbi psicosomatici
Gelosia: una tappa obbligata?
I vantaggi di un maternage ad alto contatto
- Vicinanza... notturna!
Fratelli nella notte
E il nuovo nato?
Sorriso di bimbi

VI - Favorire la relazione tra fratelli
Cresce il fratellino, cresce l'intesa
Prime prove di condivisione
- Come aiutare il primogenito
Mamma, gioca con me!
I bambini si comportano come vengono trattati
Non uguali, unici!
- A chi vuoi più bene?
Confronti tra fratelli? No, grazie!
- Non usiamo "etichette"!
- Siamo incoraggianti!
I privilegi della fratellanza
Doti personali e competenze sociali
- Fratelli... si gioca!
- Fratelli... si impara!
- Fratelli... non sentirsi soli
Il conflitto come opportunità
Aiutare i figli a risolvere i conflitti
- Se i conflitti sono molto frequenti
Investire nell'ascolto
Mi piaci perché...
Vicinanza fisica e affettiva
- Confidenze nella penombra della sera
Fratelli, un'alleanza per la vita
I genitori di domani
Sorriso di bimbi

VII - Una mamma per tre, per quattro, per cinque, per...
Una mamma per tre
Una mamma per quattro
Una mamma per cinque
Una mamma per sei
Una mamma per sette
Sorriso di bimbi

VIII - Situazioni particolari
Se l'attesa si interrompe
- Parole semplici e sincere
- Quando i piccoli aiutano i grandi
Se un fratello ha un problema di salute
- Quando il fratellino è all'ospedale
- Come aiutare il bimbo che sta bene
- I gruppi e le associazioni di genitori

IX - Fraternamente

X - Voci di esperti
L'accoglienza del secondo bimbo nella nostra società
Fratelli, una risorsa per la vita
Perché i bambini diventano bizzosi (o inibiti)
Quando nasce un fratello e come aiutarli
Fiabe, favole e racconti per superare le difficoltà

Appendice
Bibliografia


Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina  Giorgia Cozza   Il Leone Verde
 
Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina
Favorire l'accoglienza del nuovo nato e la relazione tra fratelli

Giorgia Cozza



torna suIntroduzione

Se ci dovesse essere qualcosa al mondo per cui io dovessi rattristarmi, sarebbe il fatto che non ho mai conosciuto una sorella, mai un fratello. Mi è negata la felicità di entrare nel mondo e trovare dei fratelli, che subito ti sono vicini al cuore... - Ludwig Tieck

Due piatti. Due tovaglioli. Due bicchieri. Papà lavorava in Svizzera e io aiutavo la mia mamma, apparecchiando per due. La mia mamma e io. Due soli posti a tavola. E mentre preparavo la tavola pensavo che, da grande, avrei voluto una bella famiglia numerosa. Tanti volti intorno al tavolo. Voci. Risate.

Poi c'erano i pomeriggi trascorsi in camera a leggere e giocare, da sola. Avevo tanta fantasia a farmi compagnia e, certo, non sono mai stata costretta a dividere i miei spazi o a condividere i miei giocattoli. Ma i miei spazi erano troppo vuoti, come la nostra tavola.

Ebbene sì, sono una sorella mancata. Una figlia unica, che per tutta l'infanzia ha sentito la mancanza di un fratello. O di una sorella. Più piccoli, più grandi, andava bene comunque. Sarei stata felice, in ogni caso.

Una mancanza che è tornata a farsi sentire a più riprese con il trascorrere degli anni. Da ragazzina, quando nella battaglia per trovare se stessi e spiccare il volo, un fratello avrebbe potuto essere un alleato prezioso. Da adulta, quando sarebbe stato infinitamente bello condividere con un fratello o una sorella le grandi gioie della vita, l'amore conquistato, il primo lavoro e, più di tutto, la nascita dei miei bambini.

E la mancanza si è mostrata, crudele, quando ho perso mia madre, e sapevo che non c'era un'altra persona al mondo che condividesse lo strazio di quei giorni.

Per fortuna ho dei cugini splendidi, che sono stati compagni di gioco nell'infanzia, compagni di avventura in gioventù e compagni di vita, oggi, che siamo ormai quasi tutti genitori.

Ma nulla mi toglie dalla mente e dal cuore che avere un fratello sarebbe stato stato qualcosa di speciale. Un dono. Per tutta la vita.

Di sicuro, come in tutte le relazioni, ci sarebbero state luci e ombre, complicità e incomprensioni. Ci sono persone che soffrono ancora in età adulta, per una relazione sfortunata con i propri fratelli. Lo so, e immagino che le delusioni nate in seno a un rapporto fraterno siano più dure da sopportare, più difficili da perdonare, forse impossibili da dimenticare. Ma so anche che ci sono persone - e sono tante - che hanno trovato nei fratelli e sorelle un punto di riferimento speciale, assolutamente unico. Persone che leggendo queste righe non hanno saputo trattenere un sorriso, mentre il pensiero volava spontaneamente a un volto, forse simile al loro, con cui esiste un legame diverso da tutti gli altri.

Un legame che inizia con la nascita, a volte ancora prima, quando la minuscola creatura che cresce nel grembo materno impara a conoscere e riconoscere la voce del fratellino maggiore e risponde con calcetti e capriole al suo saluto. Un legame che accompagna i fratelli in tutte le stagioni della vita e che non si estingue mai, perché possono esserci incomprensioni, liti, anche rancori, ma un fratello è per sempre. È un dono, sì. Un dono per la vita.

Questa è la convinzione forte che anima le pagine che state per leggere. Questa è la convinzione che ho maturato, è vero, senza sperimentarla in prima persona, ma che ho avuto la gioia di conoscere grazie ai miei bambini.

Sono undici anni che osservo il legame che unisce i fratelli. Prima Mattia e Nicola, poi Mattia, Nicola e Maddalena. Ed è bello quello che vedo. È qualcosa che riempie il cuore. Credo che siano fortunati i bambini che hanno uno o più fratelli.

Si dice che l'amore della mamma, con la nascita di un nuovo bimbo, non si divide ma si moltiplica. Ne sono convinta (questa volta sì, per averlo sperimentato di persona) e lo hanno confermato anche le tante, tantissime mamme che hanno raccontato la loro esperienza, rendendo Benvenuto fratellino Benvenuta sorellina un libro ricco di emozioni, aneddoti, momenti di quotidianità condivisa (a volte gioiosi, a volte difficili), ma soprattutto ricco di amore.

L'amore della mamma che cresce, si espande, si dilata per accogliere ogni nuovo nato, l'amore del papà che sostiene e custodisce la famiglia, ma anche l'amore che i fratelli provano l'uno per l'altro. Non si può proprio dire che la nascita di un fratellino priverà il primogenito di qualcosa... Semmai gli darà tanto, tantissimo. Un surplus d'amore. Una persona in più da amare e che lo amerà.

E questo amore è il punto di partenza del nostro libro. Partiamo da qui e vediamo dove ci porterà.

A voi buona lettura e al vostro bimbo o alla vostra bimba che diventeranno (o sono diventati) fratelli maggiori, auguri di cuore!

Nota alla seconda edizione
Era il gennaio del 2013, quando è uscita la prima edizione di questo libro. In questi cinque anni ho avuto l'opportunità e la gioia di confrontarmi con tanti genitori a proposito dei temi trattati in queste pagine. E da questo confronto sono nati i nuovi paragrafi in cui si offrono dei suggerimenti, spesso molto pratici, per gestire i momenti difficili, le giornate "no", i dubbi che non mancano mai. Gli spunti di riflessione sono aumentati, ma il punto fermo è rimasto lo stesso: un fratello è un dono, un dono per la vita.
A tutti voi buona lettura e buon cammino!


Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina  Giorgia Cozza   Il Leone Verde
 
Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina
Favorire l'accoglienza del nuovo nato e la relazione tra fratelli

Giorgia Cozza






CATEGORIE LIBRI


I clienti che hanno scelto questo prodotto hanno acquistato anche...