Malattia Cronica

La causa e la cura secondo la Medicina Omeopatica

 
-15%
Malattia Cronica  Nilmani Ghatak   Salus Infirmorum
  • 16,92 invece di € 19,90 Sconto del 15%
  • Disponibilità Immediata. Pronto per la spedizione



torna suDescrizione

Presentazione del Dott. Andrea Brancalion - Prefazione
INTRODUZIONE
Capitolo 1 - LA CAUSA DELLA MALATTIA - Capitolo 2 - LA VERA CAUSA DELLA MALATTIA - Capitolo 3 - LA MALATTIA E IL PAZIENTE - Capitolo 4 - LA MALATTIA DELLA MENTE E DEL CORPO
Parte I LA MALATTIA: COMPARSA E CURA
Capitolo 5 - LA MALATTIA ACUTA E CRONICA - Capitolo 6 - LA CAUSA DELLA MALATTIA CRONICA: Psora - Sicosi - Lue - Capitolo 7 - LA SOPPRESSIONE: Primo tipo di soppressione - Secondo tipo di soppressione - Terzo tipo di soppressione - Quarto tipo di soppressione - Capitolo 8 - LA GUARIGIONE - Capitolo 9 - L'INIZIO DELLA VERA GUARIGIONE - Capitolo 10 - I SINTOMI DELLA VERA GUARIGIONE
Parte II LA TERAPIA
Capitolo 11 - L'ESAME DEL PAZIENTE E L'ANAMNESI - Capitolo 12 - L'ANALISI DEI SINTOMI: prima parte - Capitolo 13 - L'ANALISI DEI SINTOMI: seconda parte - Sintomi del paziente - Capitolo 14 - LA PRIMA PRESCRIZIONE - Capitolo 15 - LO STUDIO DELL'EFFETTO DELLA PRIMA PRESCRIZIONE - Capitolo 16 - L'OSSERVAZIONE DEL PAZIENTE DOPO LA PRIMA PRESCRIZIONE - Capitolo 17 - LA SECONDA PRESCRIZIONE - Capitolo 18 - LA PECULIARITÀ DEL TRATTAMENTO CRONICO - Capitolo 19 - LA RIPETIZIONE DELLA DOSE
Parte III ALCUNI IMPORTANTI CONSIGLI
Capitolo 20 - L'ANAMNESI E CARTELLA CLINICA - Capitolo 21 - IL MISTERO DELLA SELEZIONE OMEOPATICA - Capitolo 22 - I COADIUVANTI ESTERNI: AIUTI OD OSTACOLI? - Capitolo 23 - INDICAZIONI AL PAZIENTE DURANTE IL TRATTAMENTO - Capitolo 24 - IL RIMEDIO OMEOPATICO E LA SUA STRATEGIA DI AZIONE - Capitolo 25 - IL PAZIENTE CRONICO E IL CAMBIAMENTO DEL CLIMA
Parte IV I MIASMI CRONICI
Capitolo 26 - PSORA, SICOSI, LUE: COME RICONOSCERLI: Rimedi antipsorici - Rimedi Antisicotici - Rimedi Antiluetici - Capitolo 27 - LA PSORA: La prima caratteristica è la sensibilità - La seconda caratteristica della Psora è la mancanza di degenerazioni strutturali - Capitolo 28 - LA SICOSI - Capitolo 29 - LA LUE - Capitolo 30 - L'ASSOCIAZIONI TRA PSORA, SICOSI E LUE; TRA RACHITISMO, SCROFOLA, STRUMA, PSEUDO-PSORA E TUBERCOLOSI
Parte V ALCUNI CASI CLINICI
Caso Clinico 1: Reumatismo e paralisi destra - Caso Clinico 2: Leucorrea, diarrea e cefalea - Caso Clinico 3: Colica addominale e cefalea - Caso Clinico 4: Emorroidi e tumori al collo dell'utero - Caso Clinico 5: Kala-azar - Caso Clinico 6: Tubercolosi da exeresi chirurgica di una tumefazione ghiandolare - Caso Clinico 7: Diabete mellito e fistola - Caso Clinico 8: Emottisi - Caso Clinico 9: Sifilide acquisita e i disturbi conseguenti - Caso Clinico 10: Pazzia abituale ad ogni gravidanza - Caso Clinico 11: Ittero, febbre e vermi - Caso Clinico 12: Asma - Caso Clinico 13: Carie ossea - Caso Clinico 14: Prolasso uterino - Caso Clinico 15: Tubercolosi - Caso Clinico 16: Condizione trimiasmatica - Caso Clinico 17: Epilessia
Conclusioni - Indice

 

Questo libro, che è l'opera principale del Dr. Nilmani Ghatak nato nel Bengala Occidentale (India) nel 1872, è considerato una delle migliori e meno conosciute opere dalla letteratura omeopatica classica.

Per importanza, Ghatak viene considerato subito dopo Hahnemann, Allen e Kent e ai livelli di altri Maestri di Omeopatia Classica del XX secolo, come Ortega, Paschero, Schmidt, Masi Elizalde e pochi altri.

Le intuizioni di Ghatak e le sue affermazioni sui miasmi hanno perfezionato gli studi di Kent portando l'Omeopatia ad una comprensione profonda della malattia, chiarendo in modo tanto semplice quanto preciso ed esauriente le cause profonde della patologia umana e donando alla Medicina Omeopatica innumerevoli guarigioni di casi clinici gravi e/o cronici.

In questa sua opera, Ghatak insegna i fondamenti della terapia omeopatica e in particolare come bisogna accostarsi al paziente e raccogliere i suoi sintomi, quali sono le modalità corrette per eseguire una buona prescrizione terapeutica, come e quando va eseguita la seconda prescrizione, come vanno intesi i miasmi e la loro essenzialità per poter estirpare una patologia cronica e per togliere addirittura la suscettibilità ad ammalarsi.

Tutto questo Ghatak lo integra con innumerevoli consigli terapeutici e numerosi casi clinici che illustrano in modo pratico le basi teoriche.

 

Tra pochissimo quest'opera di Ghatak festeggerà il suo centesimo compleanno e l'Editore italiano è lusingato di poter collaborare tuttora alla sua diffusione nel nostro Paese, dato che la verità sull'uomo e sull'origine profonda della sua malattia non può conoscere la senilità o il disfacimento operato dal tempo ma, anche se può sembrare assurdo nell'ambiente medico, mantiene in eterno tutta la sua importanza e utilità.

Inoltre, questa versione italiana dell'opera di Ghatak è impreziosita dalla prefazione di Alfonso Masi Elizalde, un grande Maestro dell'Omeopatia Classica, e dalla presentazione di Andrea Brancalion, un illustre omeopata veneto che da trent'anni conosce e applica nella sua quotidianità clinica gli insegnamenti di Ghatak e che ha descritto la vita di questo grande Autore bengalese.


Malattia Cronica  Nilmani Ghatak   Salus Infirmorum
 
Malattia Cronica
La causa e la cura secondo la Medicina Omeopatica

Nilmani Ghatak



torna suPresentazione Dott. Brancalion

Stranamente, Nilmani Ghatak è un Autore poco conosciuto e poco citato e pare che ciò facesse parte del suo destino fin dall'inizio, allorquando il suo nome nemmeno appariva sulla copertina della versione inglese del suo libro tradotto dal Dr. P. N. Banerjee dalla lingua bengali!
Anche riguardo alla sua biografia si trovano poche note, per lo più nel libro Pioneers of Homoeopathy di Mahendra Singh. Nacque nel Bengala Occidentale (India) nel 1872, a Gantikotulpore, un villaggio del distretto di Bankura. Fu uno studente di Medicina dotato di grandi meriti, tanto che godeva di una borsa di studio governativa e arrivò anche a presiedere diverse Scuole Superiori inglesi. Si sposò giovanissimo dopo la laurea e, come successe anche a Kent e altri grandi omeopati, fu proprio la salute della moglie il motivo del suo allontanarsi dalla Medicina del tempo per esplorare altri orizzonti fino ad approdare all'Omeopatia.
Sua moglie cominciò a soffrire di coliche violente e una notte, durante una forte crisi, Ghatak si rivolse a un medico allopatico che però si rifiutò di prendersi cura di lei in quelle ore per rimandare l'impegno al mattino successivo. Disgustato da tale comportamento, si rivolse allora a un medico ayurvedico che si prese cura con successo della moglie e insegnò al giovane Nilmani anche a praticare questa disciplina.
Nel periodo in cui presiedeva la Khanakul Krishna Nagar School, il suo figlio maggiore fu colpito dal colera; né il trattamento ayurvedico, né quello allopatico ebbero successo, anzi il ragazzo continuava ad aggravarsi. Come ultima risorsa fu chiamato un medico omeopata che guarì il giovane paziente. Da quel momento il Dr. Ghatak, riconoscendo nell'Omeopatia un sistema logico e superiore di terapia, cominciò ad approfondirne lo studio.
In quegli anni conseguì il Baccellierato di Legge e cominciò a praticare a Purulia. Nel tempo libero praticava anche l'Omeopatia, finché un giorno ebbe l'avventura di curare la figlia del giudice della città. Ovviamente l'evento gli procurò molta fama, ma nello stesso tempo l'invidia dei Colleghi avvocati che cominciarono a cospirare contro di lui coinvolgendolo in una causa per falso. Ghatak vinse la causa, ma lasciò Purulia per trasferirsi a Dhanbad e riprendere in quella città la professione forense.
Anche là si fece ben presto conoscere sempre più come abile omeopata, al punto che fu addirittura nominato Medico del Raja di Jharia. A Dhanbad scrisse in bengali questo libro La Malattia Cronica: la causa e la cura secondo la Medicina Omeopatica e anche Trattamento della Malaria continuando poi ad essere attivo con numerosi articoli pubblicati nelle riviste omeopatiche del tempo e molto apprezzati.
Si trasferì infine a Calcutta. Nel 1929 divenne direttore responsabile del mensile The Hahnemannian Gleanings, portando avanti tale compito con grande dedizione e senso del dovere, finché non decise di editare una sua rivista con il nome di Medical Advance. Fu membro dell'International Hahnemannian Association of U.S.A. e Presidente delle conferenze omeopatiche tenute a Madras, Bombay e Calcutta.
Il Dr. Ghosh (1870-1953), un omeopata indiano molto attivo e noto anche in campo internazionale, considerato nel suo Paese il collegamento tra l'Omeopatia dei Pionieri e quella moderna e che ha partecipato anche a molti proving, ha così definito Ghatak: “Intellettualmente affilato come una lama, socialmente mansueto come un agnello e professionalmente di grande successo”.
Ghatak fu molto amato. La scomparsa prematura del suo secondo figlio, che era anche il suo assistente, probabilmente anticipò la sua morte. Cominciò a soffrire di edemi e fu costretto a ridurre la sua attività professionale. Molti nemmeno si accorsero della gravità della sua condizione. Morì a Calcutta venerdì 18 gennaio 1940 alle 6 del mattino.
Concludo queste brevi e doverose note sulla vita di Ghatak sottolineando un'imprecisione di Alfonso Masi Elizalde, più che comprensibile date le scarse fonti a disposizione all'epoca in cui scrisse la prefazione a questo libro. Ghatak era di cultura giudaico-cristiana (M. Brunson, Les Miasmes Revisités) e non induista o buddhista, come sempre è stato tramandato e io stesso ho ripetuto per anni ai miei allievi.
È importante conoscere questo particolare prima della lettura e dell'analisi del libro, perché giustifica la connessione con la linea pura di Allen e di Kent del lavoro di Ghatak, punteggiato di severità morale e giudizio intollerante per gli scorretti comportamenti umani. Ciò potrebbe costituire un ostacolo all'evoluzione del Pensiero omeopatico, ma fortunatamente la Scuola Argentina ridimensionò tali concetti: Paschero dichiarò in una sua conferenza “Non ci sono persone cattive, ci sono persone malate”, offrendo una visione diversa di 'carità cristiana' e a mio parere più adatta alla missione medica.
La lettura di questo libro, avvenuta quasi 30 anni fa, ebbe un forte impatto nella mia formazione omeopatica, probabilmente perché rappresentava, e tuttora rappresenta, un'evoluzione coerente del percorso dell'Omeopatia. Oggi possiamo senza dubbio affermare che la figura di Nilmani Ghatak costituisce una pietra miliare sulla strada maestra, cosicché possiamo riconoscerla nel seguente percorso letterario:
- Hahnemann, Le Malattie Croniche, del 1828;
- Allen J. H., I Miasmi Cronici Psora, Pseudo-Psora e Sicosi, del 1910;
- Kent (1849-1916), raccolta delle Lezioni di Filosofia Omeopatica;
- Ghatak, La Malattia Cronica: la causa e la cura secondo la Medicina Omeopatica, fra il 1923 e il 1931;
- Paschero (1904-1986), raccolta delle sue lezioni e conferenze nel suo libro Omeopatia.

Indubbiamente, si deve ammettere che dopo la morte di Kent, l'unicismo entrò in una fase stagnante, tanto negli Stati Uniti che in Europa, e fu proprio in questo momento che, dall'altra parte del mondo, comparve il bengalese Ghatak. Negli anni '30 del XX secolo, Pierre Schmidt in Europa e Tomàs Pablo Paschero in Sudamerica rivitalizzarono la fiamma dell'Omeopatia e non sarà un caso che Paschero si ritrovò fra le mani quest'opera di Ghatak che tanta influenza ebbe sulla sua evoluzione in Omeopatia.
Ghatak, dunque, tanto fu anello di congiunzione indispensabile fra Allen e Paschero, quanto fu mal conosciuto! Eppure, a lui si devono molte e importanti nozioni “nuove” come:
- l'affermazione dell'eziologia endogena per la Psora;
- la fusione delle nozioni di Psora e suscettibilità;
- il legame fra il somatico e il comportamentale;
- le tre tendenze patologiche diverse;
- la caratteristica centrifuga della Psora e centripeta della Sicosi, ecc.

La prefazione a questo libro di Alfonso Masi Elizalde mi induce a non aggiungere altro sull'argomento, per altro commentato egregiamente dall'amico e collega Marc Brunson del Centre Liégeois d'Homéopathie nella sua opera già citata, dove inoltre afferma: “Alcuni Autori hanno l'arte di scrivere poche idee in molte pagine e altri molte idee in poche pagine. Quest'ultimo è il caso di Ghatak”.

Dott. Andrea Brancalion
Società Italiana di Omeopatia Veterinaria Professore associato dell'Universidad Candegabe de Homeopatia


Malattia Cronica  Nilmani Ghatak   Salus Infirmorum
 
Malattia Cronica
La causa e la cura secondo la Medicina Omeopatica

Nilmani Ghatak



torna suPrefazione di Dr. Alfonso Masi Elizalde

Se qualcuno ci chiederà il motivo per cui oggi la Scuola Medica Omeopatica Argentina si è mantenuta immune dalla contaminazione organicista che, in forma praticamente universale, ha distorto fino a rendere irriconoscibile la vera immagine dell'Omeopatia, non erriamo a segnalare, come tale, la felice congiunzione di due fattori. Il primo, la formazione nel decennio del 1930 di un piccolo nucleo non solo di intelligenze privilegiate, cosa che sarebbe stato di poco conto, anzi fondamentalmente di fini intuizioni e di sensibilità pure: Armando J. Grasso, Carlos M. Fish, Tomàs Pablo Paschero e Jorge Masi Elizalde, nostro maestro. Il secondo fattore fu che essi hanno avuto a disposizione, per culminare nell'appassionata adesione all'esegesi hahnemanniana di James Tyler Kent, una delle migliori e meno conosciute opere dalla letteratura omeopatica intitolata: La Malattia Cronica: la causa e la cura secondo la Medicina Omeopatica, di Nilmani Ghatak.

--> CONTINUA A LEGGERE


Malattia Cronica  Nilmani Ghatak   Salus Infirmorum
 
Malattia Cronica
La causa e la cura secondo la Medicina Omeopatica

Nilmani Ghatak






CATEGORIE LIBRI


I clienti che hanno scelto questo prodotto hanno acquistato anche...